Sport

pubblicato il 15 luglio 2009

MotoGP 2009, Sachsenring: riscossa Ducati?

Si spera nel recupero di Stoner e in una conferma di Hayden

MotoGP 2009, Sachsenring: riscossa Ducati?
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • MotoGP 2009, Laguna Seca, Team Ducati - anteprima 1
  • MotoGP 2009, Laguna Seca, Team Ducati - anteprima 2
  • MotoGP 2009, Laguna Seca, Team Ducati - anteprima 3
  • MotoGP 2009, Laguna Seca, Team Ducati - anteprima 4
  • MotoGP 2009, Laguna Seca, Team Ducati - anteprima 5
  • MotoGP 2009, Laguna Seca, Team Ducati - anteprima 6

infatti, il cangurino australiano si presenta in Germania con la voglia di tornare a vincere laddove, lo scorso anno, ottenne pole e vittoria...con un precedente, sempre sulla Desmosedici, di una pole targata 2007. Insomma a Stoner il circuito piace e anche se rimane ancora da verificare la condizione fisica, che non gli sta permettendo di guidare come vorrebbe e potrebbe la sua moto.

Discorso simile, anche se il fisico non c'entra, anche per Nicky Hayden. La sua corsa è attesa dal team ma anche da lui stesso per verificare se quel quinto posto americano è farina del suo sacco (Hayden è un profondo conoscitore di Laguna Seca) o, come si spera, di un miglioramento della Desmosedici GP9. E' probabile che la soluzione si debba ritrovare in una combinazione delle due cose, ma è forse anche il caso di dire che il lavoro di de-Stonerizzazione svolto sulla D16 sta portando qualche buon frutto: era inconcepibile, d'altro canto, che un team come quello della Rossa di Borgo Panigale avesse, per ragioni tecniche, in pista un solo pilota...con altre 4 moto relegate al fondo della classifica.

"Dopo Laguna - ha dichiarato Stoner - sono rimasto negli Stati Uniti fino a sabato per effettuare tutta una serie di test. Per prima cosa vorrei ringraziare tutti i medici coinvolti, il dott. Ting e il dott. Tuan del Fremont Surgery Center, il dott. Macchiagodena, il dott. Catani, il dott. Ceccarelli e naturalmente il nostro fisioterapista Freddy. Se tutto va bene, passo dopo passo, seguendo le loro indicazioni, la situazione dovrebbe migliorare. Non mi sento ancora al 100% ma per ora il problema maggiore è il dolore alle costole provocato dalla caduta nelle qualifiche del GP degli USA. Sarà probabilmente un altro fine settimana molto duro ma, come sempre, faremo del nostro meglio per restare il più possibile vicini alla testa della classifica del campionato."

"Nelle ultime settimane - parla Hayden - abbiamo fatto dei progressi veri e io spero di continuare così perchè navigare nelle retrovie non è assolutamente divertente. Sappiamo di avere ancora un gap importante da recuperare dai primi quindi, in Germania, dovremo lavorare ancora di più e rimanere concentrati sull’obiettivo. Il Sachsenring è un’altra pista tortuosa e corta, come Laguna, ed infatti i tempi sul giro sono molto simili. Mi piace, vi ho ottenuto dei buoni risultati, quasi sempre sul podio a parte lo scorso anno che è stato particolare, come sempre quando piove. La prima parte è super stretta ed è quella dove mi aspetto di faticare di più, mentre spero di andare bene nella seconda, che comprende anche una curva in picchiata pazzesca che, se ti piacciono cieche e veloci tanto da lasciarti senza respiro, è proprio quella giusta! Infine c’è un pubblico fantastico per tutto il fine settimana e vedere le tribune strapiene, soprattutto il giorno della gara, crea sempre una grande atmosfera."

"E’ un momento delicato per Casey - afferma Livio Suppo, Team Manager della Rossa - ma sappiamo di che pasta è fatto. Continuerà a lottare come un leone come ha fatto in queste ultime gare, anche se la caduta di Laguna ha lasciato i suoi segni e questo non lo aiuterà di sicuro. Nicky arriva in una pista dove è sempre andato bene e sono convinto che potrà confermare che il miglioramento fatto a Laguna è solo l’inizio."

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top