Attualità e Mercato

pubblicato il 9 luglio 2009

UK: 12-18 luglio, National Motorcycle Week

L'industria motociclistica britannica promuove le due ruote

UK: 12-18 luglio, National Motorcycle Week
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • National Motorcycle Week - anteprima 1
  • National Motorcycle Week - anteprima 2
  • National Motorcycle Week - anteprima 3
  • National Motorcycle Week - anteprima 4
  • National Motorcycle Week - anteprima 5

La National Motorcycle Week, che quest’anno si terrà dal 12 al 18 luglio, è l’annuale campagna di eventi e comunicazione organizzata in Gran Bretagna dalla MCIA (Motor Cycle Industry Association), l’associazione delle aziende appartenenti all’industria del motociclo, in pratica quella che da noi è l’Ancma (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori).

L’obiettivo della National Motorcycle Week è duplice: dimostrare all’opinione pubblica, ai media e alla classe politica l’elevato numero di motociclisti presente in Gran Bretagna, enfatizzando al tempo stesso il fatto che gli utenti delle due ruote a motore provengono da tutte le classi sociali, e mettere in luce i benefici sociali, ambientali ed economici della mobilità su due ruote.

Lo slogan di quest’anno è "Ottieni di più dalla tua vita" per mettere in evidenza che in sella alla moto possibilità ed emozioni sono amplificate: più libertà, più divertimento, più amici, più esperienze, più opportunità e più… azione.

Eventi e itinerari motociclistici avranno luogo per tutta la settimana presso i concessionari, i locali di tendenza per i motociclisti (con la collaborazione di ‘BikeSafe’, l’associazione delle forze di polizia in moto britanniche) i moto club e i luoghi di lavoro.

"La National Motorcycle Week è una data importante nel calendario motociclistico – sottolinea Sheila Rainger, portavoce della MCIA – perché è un’opportunità di promozione delle due ruote incredibile per l’intera community degli appassionati. L’MCIA incoraggia l’organizzazione di eventi come gite in moto, raccolte di beneficienza e ‘rider’s breakfast’ alle quali possono partecipare anche i non-motociclisti. È inoltre un’occasione per i riders di pensare a come sfruttare al meglio la loro moto, programmando ad esempio una vacanza su due ruote o la partecipazione a un corso di guida per migliorare le propria sicurezza in sella".

Uno dei momenti più attesi è il "Ride to Work Day" di mercoledì 15 luglio. Si tratta di una giornata i cui tutti i possessori di moto e scooter sono incoraggiati ad usare il loro due ruote per recarsi al lavoro trasportando, se possibile, un loro amico o collega non-motociclista. Il motivo? Semplice, mostrare che muoversi in moto e scooter contribuisce a decongestionare il traffico, a combattere l’inquinamento e, soprattutto, a ridurre drasticamente i tempi di percorrenza, dimostrando in pratica che è un modo flessibile e conveniente di muoversi.

E in Italia? Qualcosa di simile, promosso direttamente dall’associazione dei Costruttori, ancora non esiste. Tuttavia l’Ancma è abbastanza attiva in tema di sicurezza stradale con la sponsorizzazione e il patrocinio di corsi e seminari soprattutto nelle scuole ma anche durante i principali eventi fieristici nazionali. Altre iniziative sono promosse dall’AMI (Associazione Motociclisti Incolumi) e dall’ASAPS (Assiciazione Amici Polizia Stradale) che però abbraccia soprattutto il mondo dell’auto.

Quello che manca in Italia semmai è una comunicazione legata al piacere e all’utilità di essere un motociclista e di muoversi su due ruote, esattamente quello che invece fa in Gran Bretagna la MCIA con la National Motorcycle Week. Potrebbe essere un buon esempio da seguire.

Autore: Costantino Paolacci

Tag: Attualità e Mercato


Top