Novità

pubblicato il 8 luglio 2009

Yamaha: in arrivo la moto automatica

Depositati i brevetti per una moto su base T-Max 500

Yamaha: in arrivo la moto automatica
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Yamaha: ecco la moto automatica - anteprima 1
  • Yamaha: ecco la moto automatica - anteprima 2

Gli uffici brevetti stanno diventando delle ottime fonti giornalistiche per scoprire come sarà il futuro del mondo dell'automotive. Caso ne è la curiosa via di mezzo tra moto e scooter a marchio Yamaha del tutto simile a quanto recentemente proposto da Honda con la "moto" automatica DN-01.

Il progetto, firmato Kaoru Sasaki, Satoshi Yoshida e Satoshi Hasrizuka, prevede l'utilizzo di una meccanica ampiamente collaudata e perfettamente in grado di adattarsi alle esigenze di un motociclista come quella proposta dal maxi-scooter Tmax.

Motore solidale al telaio, sospensione posteriore indipendente dal gruppo propulsore, il nuovo concept di moto automatica Yamaha si propone con forme decisamente futuristiche, scegliendo però una combinazione sella/serbatoio dal look decisamente più motociclistico rispetto a quanto fatto dalla moto automatica con l'Ala rossa.

Visto e considerato che il progetto è stato depositato nel mese di giugno è ancora presto per parlare di date di commercializzazione, ma è presumibile che nel giro di 18 mesi qualcosa di nuovo nei listini dei "tre diapason" si possa vedere.

Alcuni dubbi rimangono, come le possibilità di effettivo successo di un prodotto simile nel mercato delle due ruote. Almeno in Italia la moto automatica non gode di grande considerazione (anche Aprilia fatica con la più tradizionale Mana), ma è probabile che l'arrivo di un terzo costruttore nel segmento possa finalmente "legittimare" quella che, alla resa dei conti, è un'ottima soluzione per chi non vuole rinunciare al piacere di guidare una moto ma nemmeno alla spensierata comodità di uno scooter tra le mura cittadine.

Autore: Redazione

Tag: Novità


Top