Novità

pubblicato il 7 luglio 2009

BMW S 1000 RR - Toh, guarda chi c'è!

Al Metzeler Racetec Day di Misano un'inattesa anteprima

BMW S 1000 RR - Toh, guarda chi c'è!
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • BMW S 1000 RR al Metzeler Racetec Day - anteprima 1
  • BMW S 1000 RR al Metzeler Racetec Day - anteprima 2
  • BMW S 1000 RR al Metzeler Racetec Day - anteprima 3
  • BMW S 1000 RR al Metzeler Racetec Day - anteprima 4
  • BMW S 1000 RR al Metzeler Racetec Day - anteprima 5
  • BMW S 1000 RR al Metzeler Racetec Day - anteprima 6

Come d’abitudine, il Gruppo Pirelli, cui fa capo anche il brand Metzeler, ha invitato alcune testate giornalistiche al Metzeler Racetec Day di Misano Adriatico, tra cui anche noi di OmniMoto.it. L’occasione è ghiotta per effettuare dei test in pista con le gomme "giuste" e noi giornalisti delle due ruote ci organizziamo per realizzare dei servizi e delle prove su uno dei circuiti più belli del Mondiale SBK e del Motomondiale.

MI E' PALSO DI VEDELE UN BMW
Capita così di entrare nel box riservato alla stampa e di trovarsi davanti a qualche centinaio di migliaia di euro di moto supersportive. Ce n’era davvero per tutti i gusti: superbike e supersport, giapponesi, italiane e tedesche. Appunto, tedesche. Starete pensando alla BMW HP2 Sport, che infatti c’era, o forse alla K1300S, che invece non c’era. E invece la tedesca in questione era proprio l’attesissima BMW S 1000 RR!

MA COME?
Non l’ha ancora provata nessuno e BMW ne lascia una a disposizione della stampa prima della presentazione dinamica ufficiale? Infatti non è così. Si trattava di un esemplare messo a disposizione di un concessionario da parte di BMW Italia, per mettere il titolare - ex-pilota - in condizione di conoscere la nuova moto e restituire un feedback a Monaco. Ovvio però che, appena vista la superbike bavarese nel box, tutti siano andati in cerca del fortunato possessore della S1000RR per chiedere candidamente: "Me la fai provare?", risposta: "No, non posso". Nuovo tentativo: "Non lo dico a nessuno", risposta: "Figurati… e poi comunque non posso, davvero".

NO TRACK PLEASE
Ok, niente prova. Che fare? Beh, delle foto ovviamente, quello è il minimo! Poi ci si organizza per vedere se la S1000RR va forte o no. Come? Facendo il "postino". Ovvero, aspetti che il pilota con la moto che ti interessa entri in pista e lo segui attendendo che si cominci a fare sul serio. Emiliano ed io lo abbiamo fatto (e secondo noi anche qualche altro collega…) ma il nostro simpatico "amico", è stato più astuto di Lupin III nello scoprire i nostri pedinamenti...ben guardandosi dall’aprire il gas: solo in un'occasione siamo riusciti ad avere un confronto praticamente diretto, quando con una MV Agusta F4 312 RR 1078 abbiamo davvero "sudato" per tenerne la scia nel rettifilo da 4°/5° che porta alla curva della Quercia. Niente male davvero.

193 CV: CI SONO TUTTI
Insomma, niente prova, poco confronto, niente anteprima, poco o niente. Unica consolazione, le impressioni di guida raccolte dal fortunato collaudatore: "I cavalli (193, ndr) secondo me ci sono; così, a sensazione, mi sembra che vada di più rispetto a tutte le giapponesi. Non ha buchi di erogazione e l’allungo è notevole. Si guida bene, è leggera e frena anche parecchio."

Un po’ pochino eh? Effettivamente sì…ma per il momento ci accontentiamo di averla vista e sentita in azione. E pensare che volevamo fare uno scherzo all’ufficio comunicazione di BMW Italia pubblicando un test esclusivo, in anticipo di qualche mese rispetto alla presentazione ufficiale!

Dite che se la sarebbero presa? Nooooo!

Autore: Costantino Paolacci

Tag: Novità


Top