Attualità e Mercato

pubblicato il 2 luglio 2009

Mercato moto/scooter Italia: +8% in giugno

Rimane negativo l'andamento globale nei primi 6 mesi 2009

Mercato moto/scooter Italia: +8% in giugno

Torna in positivo, a giugno, il totale delle consegne di veicoli immatricolati e di 50cc venduti, con 74.506 unità acquistate (pari ad un +8%). La straordinaria performance degli scooter, che a giugno rappresentano oltre il 76% delle vendite, ha dato un’accelerazione significativa al totale delle immatricolazioni: 58.665 unità (pari a +15,5%), grazie al segmento scooter, che ha fatto segnare un +31,2% (pari a 44.658 pezzi venduti), mentre le moto con 14.007 veicoli segnano ancora un -16,3%. Infine i ciclomotori (=50cc) si fermano a 15.835 vendite -13,1%, valore meno negativo rispetto ai mesi scorsi.

OK GIUGNO, KO 1° SEMESTRE 2009
Complessivamente il bilancio del primo semestre 2009 chiude ancora in negativo, con 289.602 veicoli (-6,9% rispetto all’anno scorso), ma l’andamento positivo degli scooter di cilindrata superiore ai 50cc fa ben sperare per concludere l’anno sugli stessi volumi del 2008. In totale, nei primi 6 mesi si raggiungono 240.088 immatricolazioni (-2,4%), ma con gli scooter che ammontano a 169.244 unità +8,4% e oltre 12.000 veicoli in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, mentre le moto totalizzano 70.844 vendite (-21%) e oltre 18.000 moto in meno vendute rispetto all’anno scorso. I "cinquantini" si fermano a 49.514 registrazioni (-23,9%) e oltre 15 mila pezzi in meno.

INCENTIVI EFFICACI
L’efficacia degli incentivi dedicati alle 2 ruote fino a 60 kW è evidente, e grazie alle azioni di supporto messe in atto dalle aziende sta avendo un effetto moltiplicatore soprattutto sui veicoli più utilitari come gli scooter di piccola e media cilindrata. E' un dato oggettivo il fatto che la "voglia di moto" non sta diminuendo nel Paese ma è minore disponibilità economica e l'accesso al credito. Il Ministero dell’Ambiente ha dimostrato disponibilità al rinnovo di incentivi mirati alla categoria dei ciclomotori, dei veicoli ibridi ed elettrici e delle bici.

IMPENNANO GLI SCOOTER 125. MALE 250 E MAXI
Ma tornando ai dati, eclatante appare l’impennata delle vendite degli scooter 125cc, con 55.853 pezzi acquistati (+29,7%). Seguono i 150-200cc: 38.682, pari a +25,7%. Ottengono buoni risultati anche i veicoli da 300 fino a 500cc: 54.693, pari a +15%. Tale crescita va a discapito dei 250cc, che si sono fermati a 18.713 pezzi venduti, pari a -41% (molti modelli sono ora proposti con cilindrata di 300cc invece di 250) e dei maxiscooter oltre 500cc, solo 1.303 unità vendute -67,8%.

MOTO: 600 IN CALO
Nelle moto resta forte il decremento per le cilindrate di 600cc (-29,9%) e per quelle fino a 750cc (-22,2%). A livello di segmenti soffrono le sportive (-35,6%) e le enduro stradali (-27,8%). Meno critica la situazione per le naked (-11,3%), le custom (-15,9%) e le supermotard (-17,7%).

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato


Top