Sport

pubblicato il 22 giugno 2009

WSBK 2009, Aprilia nei primi 10 a Misano

Chi si accontenta gode. Ma è veramente così?

WSBK 2009, Aprilia nei primi 10 a Misano
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • WSBK 2009, Misano, Team Aprilia - anteprima 1
  • WSBK 2009, Misano, Team Aprilia - anteprima 2
  • WSBK 2009, Misano, Team Aprilia - anteprima 3
  • WSBK 2009, Misano, Team Aprilia - anteprima 4
  • WSBK 2009, Misano, Team Aprilia - anteprima 5
  • WSBK 2009, Misano, Team Aprilia - anteprima 6

Pioggia e umido in gara 1 o splendente sole in gara 2, il risultato della Aprilia RSV4 sulla pista di Misano non è stato certamente di quelli da incorniciare. Certo, parlare del nono posto di Nakano in gara 1 o del decimo in gara 2 di Biaggi come di una disfatta non sarebbe nemmeno corretto nei confronti di un team che è a tutti gli effetti al debutto, ma davanti ai 65.000 di Misano anche i manager del Team Aprilia si sarebbero attesi qualcosa in più.

Ed invece Biaggi è stato tagliato fuori all'ultimo secondo dalla Superpole del sabato e non si è praticamente mai visto nelle posizioni di testa nelle due manche domenicali, così come non ha brillato la stella di Nakano...anche stavolta in grado di stare davanti al compagno di squadra ma non certamente nelle posizioni che contano.

"Siamo partiti con molto entusiasmo perché sia per me che per il team questa era una delle gare di casa – ha dichiarato Biaggi – invece non è andata benissimo. In Superpole siamo stati sfortunati, mentre la pioggia ha condizionato molto Gara 1 dove potevo rientrare qualche giro prima per cambiare la moto. In Gara 2 invece siamo stati in difficoltà, dobbiamo fare un step in avanti in quanto gli altri sono cresciuti molto e non siamo più competitivi come prima. Adesso faremo un test dopo la gara di Donington e spero che da Brno arrivino novità importanti."

"In Gara 1 ho fatto una buona partenza – ha detto Nakano – ma poi era difficile fare un buon passo con le rain, così quando ho visto che la pista iniziava ad asciugarsi ho cambiato subito la moto, sfruttando l’esperienza che già ho dalla MotoGP e non è andata male. In Gara 2 invece sono partito male, ho tentato di recuperare ma mi sono trovato in un gruppo dove avevamo lo stesso passo ed era difficile sorpassare. Non è stato un week end facile, ci siamo un po’ fermati rispetto al crescendo delle ultime gare, ma dobbiamo guardare avanti per poter fare bene a Donington la prossima settimana."

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top