Novità

pubblicato il 17 giugno 2009

Honda CB300F

Debutto imminente in Sudamerica. A breve in Europa?

Honda CB300F
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Honda CB300F - anteprima 1
  • Honda CB300F - anteprima 2
  • Honda CB300F - anteprima 3
  • Honda CB300F - anteprima 4
  • Honda CB300F - anteprima 5
  • Honda CB300F - anteprima 6

In Sudamerica, con ogni probabilità, diventerà un fenomeno di massa. In Europa, se ne verrà confermato il probabile arrivo, potrebbe essere una interessantissima porta d'accesso all'universo della moto: parliamo della nuova Honda CB300R, evoluzione della CBF250, che la Casa dell'ala rossa si appresta a lanciare in questi giorni nelle concessionarie brasiliane.

Monocilindrico, 291 cc, 4 tempi, 4 valvole per cilindro controllate da un doppio albero a camme in testa, il motore raffreddato ad aria e olio della CBF300R eroga 26 CV a 7.500 giri, con una coppia massima di 2.9 kg a 6.000 giri.

Tra gli elementi interessanti di questo motore vi sono indubbiamente l'iniezione elettronica ed una estrema semplicità meccanica, che dovrebbe rendere più facili ma allo stesso tempo meno frequenti gli interventi di manutenzione.

Da un punto di vista ciclistico la "hondina" bada di più al sodo che alle soluzioni da SBK replica: telaio in acciaio, forcella "tradizionale", freno a disco da 276 mm davanti e tamburo da 130 mm dietro ed un forcellone in acciaio controllato da un monoammortizzatore compongono un quadretto ciclistico molto semplice, ma "ben vestito".

Le linee del serbatoio, del faro, del codone, infatti, ricordano quelle dell'ultima generazione di Hornet 600, protagonista di un grande successo nel Vecchio continente.

Autore: Redazione

Tag: Novità


Top