Sport

pubblicato il 15 giugno 2009

MotoGP 2009, Barcelona agrodolce per Jorge

Il maiorchino battuto all'ultima curva da un Rossi extra-terrestre

MotoGP 2009, Barcelona agrodolce per Jorge
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • MotoGP 2009, Barcelona, Team Yamaha - anteprima 1
  • MotoGP 2009, Barcelona, Team Yamaha - anteprima 2
  • MotoGP 2009, Barcelona, Team Yamaha - anteprima 3
  • MotoGP 2009, Barcelona, Team Yamaha - anteprima 4
  • MotoGP 2009, Barcelona, Team Yamaha - anteprima 5
  • MotoGP 2009, Barcelona, Team Yamaha - anteprima 6

Jorge Lorenzo, in cuor suo, pensava di avercela fatta. Nessuno mai, nella massima classe, aveva azzardato un sorpasso come quello, in quella curva, all'ultimo giro di una corsa in cui si decideva una fetta importante del campionato del mondo: purtroppo per lui, sulla sua strada, ha trovato un campione unico ed inimitabile come Valentino Rossi. Uno di quelli che se non c'è lo spazio per un sorpasso se lo crea...di quelli che se vogliono vincere lo fanno senza dare spiegazioni al malcapitato di turno.

Dopo il Mugello Jorge credeva di aver trovato la ricetta per battere Valentino: certo, The Doctor non è infallibile e, soprattutto, sull'umido ha dimostrato di essere inferiore al talento spagnolo. Ma quando le condizioni permettono di sfruttare al 100% il potenziale della moto, come successo ieri o a Jerez, il tavulliano ha davvero una marcia in più e questo Lorenzo lo deve per forza di cose digerire: il rischio, altrimenti, è quello di dover mangiare ancora tanta minestra dal cucchiaio dello "zio Vale".

"Oggi è stata una lotta incredibile - ha dichiarato Jorge Lorenzo - ed un bello spettacolo per tutti. Sono felice di esserne stato parte. Ovviamente sono un po’ triste per essere stato sconfitto, perché ho messo il cuore sulla moto e la mia carriera mi ha abituato ad essere il vincitore in questo genere di sfide all’ultima curva… ma oggi Valentino forse è stato un po’ più intelligente o un po’ più coraggioso di me, alla fine, per questo mi ha battuto. In realtà nel corso dell’ultimo giro, dopo che l’ho passato, mi aspettavo un controsorpasso in frenata molto prima, ma non è arrivato, e poi, successivamente, non ho chiuso abbastanza la traiettoria nell’ultima curva ed è andata così. Sono comunque orgoglioso di come ho corso perché sono ancora giovane e ho ancora molto da imparare in questa classe. La mia squadra ha lavorato molto bene nel fine settimana, per questo devo ringraziarli. Se continueremo ad essere così forti nel corso della stagione, chi può sapere come andrà a finire?"

"Che gara! E’ stata una grande giornata per Jorge - ha dichiarato Daniele Romagnoli, Team Manager Yamaha - per il team ed anche una grande giornata per Yamaha. Abbiamo assistito ad una fantastica battaglia che io penso tutti si siano divertiti a seguire, e vedere Lorenzo battersi con Valentino è stato assolutamente speciale dalla nostra parte dei box. E’ un risultato molto importante perché 20 punti significano che siamo esattamente alla pari con Valentino e Casey e ora possiamo presentarci al prossimo appuntamento in una posizione forte. Speriamo di poter continuare con questa forma e magari alla prossima occasione ribaltare le posizioni del podio!".

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top