Sport

pubblicato il 9 giugno 2009

Biaggi parla della sua stagione 2009 in Aprilia

Non manca poi molto per raggiungere la vittoria...

Biaggi parla della sua stagione 2009 in Aprilia
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • WSBK 2009, Max Biaggi - anteprima 1
  • WSBK 2009, Max Biaggi - anteprima 2
  • WSBK 2009, Max Biaggi - anteprima 3
  • WSBK 2009, Max Biaggi - anteprima 4
  • WSBK 2009, Max Biaggi - anteprima 5
  • WSBK 2009, Max Biaggi - anteprima 6

Sul fatto che il binomio Aprilia - Max Biaggi avrebbe potuto portare buoni risultati in termini di immagine ad entrambi era praticamente certo: qualche dubbio, invece, rimaneva sulla parte sportiva...perchè è vero che il Corsaro è ancora oggi uno dei migliori interpreti del motociclismo mondiale, ma l'Aprilia era un progetto troppo nuovo e privo di alcun riferimento per essere certi di potersela giocare (Max o non Max) con i migliori.

Oggi, a metà campionato, Biaggi e la nera di Noale sono presenze costanti nelle prime 5 posizioni di ogni corsa e, nonostante questo possa considerarsi un ottimo risultato, è stato curioso prendere nota di un certo disappunto nelle dichiarazioni di piloti e team manager alla fine di alcune corse: nessuna croce puntata, ma è stato ed è evidente che per la RSV4 sarebbe stato possibile lasciare in modo più deciso il segno in molte corse. Sarebbe bastata una miglior gestione ai box ed una maggior determinazione da parte di Biaggi nel liberarsi di avversari più lenti, ma forse, rgionare a mente fredda col senno di poi è davvero troppo facile.

"Sono onestamente contento - ha detto Max ai "microfoni" del sito ufficiale SBK WorldSBK.com - di essere già a questi livelli con una moto totalmente nuova e, considerando i primissimi test in gennaio 2009, sono doppiamente soddisfatto del lavoro fatto. E' importante che la mia RSV4 arrivi almeno al 90% delle sue possibilità. Oggi siamo competitivi ma per lottare per la vittoria c'è ancora un po' di lavoro da fare. Ma sono convinto che arriveremo presto a questo risultato."

"Sarebbe un risultato grandioso - aggiunge il pilota romano - poter vincere anche una sola gara nel 2009 ma sappiamo che è tutt'altro che semplice. Il target all'inizio stagione era essere nei Top 10 nella classifica finale ma visti i risultati ora puntiamo ancora più in alto. La prossima gara a Misano sarà fondamentale per me e la mia squadra. E' una delle tre gare italiane dunque strategica anche per il marchio Aprilia. E' fondamentale portare a casa un buon risultato soprattutto per i tanti tifosi che verranno a vederci."

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top