Sport

pubblicato il 4 giugno 2009

WSBK 2009, Miller: il casco di Spies

Per la gara di casa Ben diventa"Texas Terror"

WSBK 2009, Miller: il casco di Spies
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Il casco Texas Terror di Ben Spies - anteprima 1
  • Il casco Texas Terror di Ben Spies - anteprima 2
  • Il casco Texas Terror di Ben Spies - anteprima 3
  • Il casco Texas Terror di Ben Spies - anteprima 4
  • Il casco Texas Terror di Ben Spies - anteprima 5
  • Il casco Texas Terror di Ben Spies - anteprima 6

Due grandi campioni, su due fenomenali Yamaha, nei due campionati più importanti del globo, su due spettacolari piste ai due capi del mondo, ma con una cosa in comune: un casco speciale disegnato dal fuoriclasse del design Aldo Drudi.

Mentre The Doctor aveva il suo bel da fare al Mugello per provare a vincere il gran premio di casa con il nuovo casco da "mani nei capelli" , a Miller Park, negli Stati Uniti, Ben Spies spazzava via ogni speranza degli avversari di vincere indossando il suo nuovo casco della HJC "Texas Terror". Considerando i distacchi inflitti a tutti, Fabrizio e la Ducati esclusi, il nickname è stato davvero appropriato!

Facevano parte del "kit" anche gli speciali stivali Alpinestars con la grafica composta dalla bandiera a stelle e strisce, dal suo cognome e dallo storico appellativo "elbowz" (gomiti) con cui è diventato famoso negli States per il suo stile di guida che, in Italia ormai, grazie al commento di Mauro Sanchini su La7, tutti chiamano "stile carriola" !

Il Texas non è nuovo alla "fornitura" di piloti fuoriclasse, e dopo le gesta di Edwards, noto come "Texas Tornado", la superbike oggi ci delizia con il nuovo "Texas Terror" Spies!

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top