Sport

pubblicato il 30 maggio 2009

WSBK 2009, Miller, Q1: Biaggi il più veloce

Il top rider Aprilia fa volare l'RSV4

WSBK 2009, Miller, Q1: Biaggi il più veloce
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • WSBK 2009 - Miller - Q1 - anteprima 1
  • WSBK 2009 - Miller - Q1 - anteprima 2
  • WSBK 2009 - Miller - Q1 - anteprima 3
  • WSBK 2009 - Miller - Q1 - anteprima 4
  • WSBK 2009 - Miller - Q1 - anteprima 5
  • WSBK 2009 - Miller - Q1 - anteprima 6

Inizia sotto il sole ed un caldo soffocante il round statunitense della SBK sullo splendido circuito di Miller Park. Nonostante il tracciato sia allo stesso tempo veloce e molto tecnico regna un grande equilibrio con ben dodici piloti racchiusi in un secondo, a conferma della grande spettacolarità della classe regina delle derivate di serie.

Miglior tempo delle qualifiche per Max Biaggi che ferma il cronometro sul tempo di 1’49"820. Alle sue spalle si piazzano il padrone di casa Ben Spies, Yamaha, e il vincitore delle due gare dell’anno scorso Carlos Checa, Honda, distaccati rispettivamente di 0"081 e 0"324.

Sempre sorprendente Jakub Smrz (Ducati), migliore dei privati, quarto. Dietro di lui Michel Fabrizio con la prima delle Ducati ufficiali, attardato da un problema tecnico. Noriyuki Haga, con l’undicesimo tempo e che lo scorso anno corse qui a Miller con una clavicola fratturata, ha lavorato molto sul set up della moto in prospettiva gara, lavorando con serbatoio pieno e gomme dure.
Scivolata senza danni per Yukio Kagayama (Suzuki) che era stato il più veloce nelle libere del mattino precedendo la convincente Bmw di Troy Corser, poi 14° nella qualifica. Provvisorio 23° tempo per Lorenzo Lanzi in sella alla Ducati di Laconi del team DFX Corse.

Biaggi ha concentrato il lavoro alla ricerca del miglior assetto possibile per la sua RSV4, al debutto su questa pista e già discretamente competitiva. Diciottesimo posto invece per Nakano che ferma il cronometro su 1’51"228 a 1"408 dal suo compagno di squadra. Shinya ha dedicato gran parte delle prove nell’apprendimento della pista, completamente nuova per lui, cercando il miglior feeling possibile con la sua moto, con la quale ha fatto registrare la velocità massima di 307,6 km/h precedendo la gemella guidata da Biaggi.

"Abbiamo fatto veramente un buon lavoro – ha dichiarato Max Biaggi – questo tracciato mi piace, infatti la scorsa stagione avevo fatto una bella gara con una moto privata. L’asfalto è in condizioni migliori rispetto a Kyalami e questo ci penalizza di meno, negli ultimi giri ho montato gli pneumatici più morbidi per provare a forzare un pò e la RSV4 ha risposto bene. Domani lavoreremo ancora in questa direzione per avere una riprova, concentrandoci soprattutto sulla ciclistica dove abbiamo ancora qualche problema soprattutto in fase di decelerazione. Sono contento di essere partito con il piede giusto, domani sarà importantissimo ripeterci su questi livelli".

"La pista è molto bella – ha detto Nakano – ha un lungo rettilineo e curve molto impegnative, perciò ho dedicato molto tempo a studiare i punti di staccata ed ho cercato di stare dietro ai migliori per apprendere più velocemente il tracciato. Non ho un grande distacco dai primi, domani sicuramente miglioreremo ancora, lavorando sui rapporti del cambio. Nelle qualifiche ho avuto un piccolo problema elettrico perciò ho dovuto cambiare moto, usando quella che non preferisco e perdendo un po’ di tempo prezioso".

"Verso la fine della sessione – sono le parole di Michel Fabrizio - quando stavo cercando il tempo, ho avuto un problema con il cambio, non riuscivo a scalare dalla seconda alla prima marcia, per cui ho dovuto fare alcuni parti del tracciato con la marcia sbagliata. Detto questo, è una pista che mi piace, sembra che siamo a posto con le gomme da gara e se non fosse stato per quel problema saremmo stati molto avanti, dunque speriamo bene e faremo di tutto per migliorarci domani."

"Per adesso sono tranquillo – ha dichiarato il giapponese Noriyuki Haga - sono venuto qui per la prima volta lo scorso anno ma purtroppo caddi e mi ruppi la clavicola, proprio per questo non riesco ancora a trovare un gran feeling con questo circuito! Oggi ho "imparato" di nuovo il tracciato e devo dire che mi sono divertito con la mia 1198. Negli ultimi minuti sono uscito con una gomma nuova, dura, che però non mi ha permesso di migliorare il mio tempo, ma non ero certo alla ricerca del tempone. Sono a mio agio con la moto e abbiamo tempo a disposizione domani per fare altre modifiche per migliorare la prestazione."

WSBK 2009, Miller, Q1 - 29/05/2009
1 3 M. BIAGGI ITA Aprilia Racing RSV4 Factory 1'49.820
2 19 B. SPIES USA Yamaha WSB YZF R1 1'49.901
3 7 C. CHECA ESP HANNspree Ten Kate Honda CBR1000RR 1'50.144
4 96 J. SMRZ CZE Guandalini Racing Ducati 1098R 1'50.282
5 84 M. FABRIZIO ITA Ducati Xerox Team 1098R 1'50.457
6 2 J. HACKING USA Kawasaki World Superbike R.T. ZX 10R 1'50.466
7 67 S. BYRNE GBR Sterilgarda Ducati 1098R 1'50.512
8 71 Y. KAGAYAMA JPN Suzuki Alstare BRUX GSX-R 1000 K9 1'50.556
9 9 R. KIYONARI JPN Ten Kate Honda Racing CBR1000RR 1'50.701
10 65 J. REA GBR HANNspree Ten Kate Honda CBR1000RR 1'50.740
11 41 N. HAGA JPN Ducati Xerox Team 1098R 1'50.755
12 31 K. MUGGERIDGE AUS Celani Race Suzuki GSX-R 1000 K9 1'50.757
13 23 B. PARKES AUS Kawasaki World Superbike R.T. ZX 10R 1'50.961
14 11 T. CORSER AUS BMW Motorrad Motorsport S1000 RR 1'51.002
15 36 G. LAVILLA ESP Guandalini Racing Ducati 1098R 1'51.046
16 98 J. ZEMKE USA Stiggy Racing Honda CBR1000RR 1'51.072
17 111 R. XAUS ESP BMW Motorrad Motorsport S1000 RR 1'51.216
18 56 S. NAKANO JPN Aprilia Racing RSV4 Factory 1'51.228
19 66 T. SYKES GBR Yamaha WSB YZF R1 1'51.387
20 91 L. HASLAM GBR Stiggy Racing Honda CBR1000RR 1'51.389
21 99 L. SCASSA ITA Team Pedercini Kawasaki ZX 10R 1'51.430
22 25 D. SALOM ESP Team Pedercini Kawasaki ZX 10R 1'51.577
23 57 L. LANZI ITA DFX Corse Ducati 1098R 1'51.596
24 33 T. HILL GBR Honda Althea Racing CBR1000RR 1'51.821
25 10 F. NIETO ESP Suzuki Alstare BRUX GSX-R 1000 K9 1'52.037
26 64 E. NIGON FRA Yamaha France GMT 94 Ipone YZF R1 1'52.932

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top