Novità

pubblicato il 21 maggio 2009

Derbi Senda DRD 125 4T R / SM

Enduro o Supermotard, strizza l'occhio ai sedicenni neo-patentati

Derbi Senda DRD 125 4T R / SM
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Derbi Senda DRD 125 4T R / SM - anteprima 1
  • Derbi Senda DRD 125 4T R / SM - anteprima 2
  • Derbi Senda DRD 125 4T R / SM - anteprima 3
  • Derbi Senda DRD 125 4T R / SM - anteprima 4
  • Derbi Senda DRD 125 4T R / SM - anteprima 5
  • Derbi Senda DRD 125 4T R / SM - anteprima 6

Il settore delle 125, stabile da anni in termini di numeri, sembra ultimamente essere tornato nei cuori dei sedicenni...e la nuova Senda DRD 125 4T sembra avere, nelle configurazioni R (enduro) ed SM (Supermotard), tutte le carte in regola per piacere al pubblico più giovane.

Entrambi i modelli utilizzano un telaio doppio trave in acciaio a elevata resistenza, differenziandosi però nella dimensione delle ruote e dei freni. Mentre Senda DRD R monta ruote da 21" all’anteriore e 18" sul posteriore con pneumatici off-road, la supermotard SM è equipaggiata con cerchi da 17" su entrambe le ruote, con pneumatici stradali. Senda DRD SM monta un freno disco anteriore dal profilo ondulato da 260 mm, mentre la versione R adotta un disco tradizionale da 300 mm. Il freno posteriore è per entrambe un disco da 220 mm.

Assolutamente identica la motorizzazione: Senda R e SM è infatti, adottano il nuovo propulsore Piaggio di ultima generazione, monocilindrico 4 tempi, 4 valvole, raffreddato a liquido, progettato e sviluppato per offrire il massimo possibile entro i limiti di legge, che impongono di non oltrepassare la soglia dei 15 CV. Un motore che assicura, a detta dei vertici della Casa, ottima spinta sin dai regimi più bassi pur presentando livelli di emissioni e di consumo nettamente più bassi rispetto alle motorizzazioni 125cc due tempi.

Le nuove Derbi Senda DRD 125 4T saranno disponibili nel colori blu e nero per la versione R e nei colori nero e bianco per la SM, entrambe al prezzo di 3.690 euro che diventa di 3.190 euro sfruttando gli ecoincentivi statali (f.c. IVA inclusa).

Autore: Redazione

Tag: Novità


Top