Sport

pubblicato il 21 maggio 2009

MotoGP 2009, Mugello: AAA sostituto cercasi

La moto di Sete Gibernau è libera ma non si trova il pilota

MotoGP 2009, Mugello: AAA sostituto cercasi
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Grupo Francisco Hernando, Sete Gibernau - anteprima 1
  • Grupo Francisco Hernando, Sete Gibernau - anteprima 2
  • Grupo Francisco Hernando, Sete Gibernau - anteprima 3
  • Grupo Francisco Hernando, Sete Gibernau - anteprima 4
  • Grupo Francisco Hernando, Sete Gibernau - anteprima 5
  • Grupo Francisco Hernando, Sete Gibernau - anteprima 6

Sete Gibernau salterà il Gran Premio del Mugello: per lo spangolo, sedicesimo in campionato con 8 punti, il rientro nella massima classe del Motociclismo mondiale non è certamente stato dei migliori sin dall'inizio...e la nuova rottura della clavicola, conseguenza della caduta durante le prove del sabato a Le Mans, aggrava ulteriormente una situazione decisamente meno brillante del previsto.

Pochi dubbi, infatti, sulla motivazione di Sete o sulle sue capacità in sella: rispetto all'ufficiale Hayden i suoi risultati non sono poi di così inferiori, anzi, ma il suo stile di guida non si adatta molto a quello richiesto dalla ottocento Ducati, con la quale dal 2007 ad oggi ci hanno litigato la bellezza di quindici piloti...tranne uno.

Operato presso la clinica Dexeus di Barcelona, Gibernau si è visto ridurre la frattura trasversale del terzo mediale della clavicola sinistra: a dirigere l'operazione il Xavier Mir e Ignacio Ginebreda, i quali hanno suggerito al pilota del Team Onde 2000 quattro settimane di riposo.

Lo spagnolo perderà quindì il prossimo GP del Mugello, ma potrebbe rientrare nel GP successivo che si correrà sul circuito del Montmeló. Ancora non si è saputo chi prenderà il posto in sella alla Ducati GP9 del team spagnolo: si era parlato di Bayliss, ma questa appare come una fanta-ipotesi, mentre è circolato più seriamente il nome di Vittoriano Guareschi. L'italiano conosce perfettamente moto e pista, essendone l'attore principale dei collaudi che spesso vanno in scena sul circuito toscano proprietà della Ferrari, ma Ducati non sembra essere poi così convinta di questa opzione.

Ne sapremo di più nelle prossime ore, stay tuned!

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top