Sport

pubblicato il 18 maggio 2009

MotoGP 2009, Le Mans da dimenticare per Rossi

Gara da incubo per il tavulliano. Ora insegue Lorenzo

MotoGP 2009, Le Mans da dimenticare per Rossi
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • MotoGP 2009, Le Mans, Valentino Rossi - anteprima 1
  • MotoGP 2009, Le Mans, Valentino Rossi - anteprima 2
  • MotoGP 2009, Le Mans, Valentino Rossi - anteprima 3
  • MotoGP 2009, Le Mans, Valentino Rossi - anteprima 4
  • MotoGP 2009, Le Mans, Valentino Rossi - anteprima 5
  • MotoGP 2009, Le Mans, Valentino Rossi - anteprima 6

E' stata una giornata veramente da dimenticare quella di Rossi a Le Mans. Nonostante gli ottimi presupposti, le piacevoli chiacchiere di un interessamento Ferrari per la F1 che verrà ed il solo decimo e mezzo che l'ha diviso dalla Pole di Pedrosa il sabato, infatti, Valentino non è mai stato veramente "a posto" nel GP che gli avrebbe potuto regalare la 99esima vittoria in carriera. Problemi di assetto, nervosismo nella gestione della gara, una caduta ed un ride-trough...hanno costretto il tavulliano a cedere il primo posto in classifica generale a Lorenzo e, come se non bastasse, a rinunciare irrimediabilmente al tagliandino che gli avrebbe permesso di festeggiare la 100esima vittoria in carriera al Mugello.

VALENTINO ROSSI
"Ho avuto difficoltà fin dall'inizio e non sono riuscito a guidare al meglio. Già al quarto giro mi ero accorto di essere parecchio lento e di non poter guidare come volevo. Ho deciso di cambiare presto la moto perché si tratta di una strategia che, di solito, ripaga. Ovviamente sapevo di dover riscaldare i pneumatici, ma sono caduto perché sono entrato in una parte del tracciato, ancora umido, un po' troppo veloce. Per fortuna sono riuscito a tornare in pit lane e cambiare nuovamente, ma la regola imponeva che una delle due gomme dovesse essere rain. Quando sono ripartito, il limitatore non era attivo e così ho preso un ride-trough per eccessiva velocità in pit lane. Adesso, si parte per il Mugello, il mio GP di casa, dove sarò più motivato che mai."

DAVIDE BRIVIO
"Ci è capitato di tutto. Non credo che la decisione di fermarsi presto fosse sbagliata: ha funzionato per Melandri ed altri, ma sfortunatamente Valentino è caduto e questo, associato al ride-trough, ha cancellato ogni speranza di competere, per oggi. Gare del genere rappresentano sempre una scommessa: qualche volta la azzecchi. Qualche volta no, come oggi. Per fortuna, siamo appena ad un punto dal vertice della classifica, e già alla prossima gara rilanceremo la sfida."

L'appuntamento con i protagonisti della MotoGP è fissato domenica 31 maggio, sul circuito del Mugello. Se potete, non mancate!

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top