Sport

pubblicato il 13 maggio 2009

Rossi sulla Rossa nel 2010?

Il ritiro della Ferrari dalla FIA F1 apre fanta-scenari in chiave 2010

Rossi sulla Rossa nel 2010?
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Valentino Rossi sulla Ferrari F2008 - anteprima 1
  • Valentino Rossi sulla Ferrari F2008 - anteprima 2
  • Valentino Rossi sulla Ferrari F2008 - anteprima 3
  • Valentino Rossi sulla Ferrari F2008 - anteprima 4
  • Valentino Rossi sulla Ferrari F2008 - anteprima 5
  • Valentino Rossi sulla Ferrari F2008 - anteprima 6

Ci risiamo. Nel turbinio di indiscrezioni e voci improvvisate che girano attorno al comunicato stampa diffuso ieri da Ferrari SpA, nel quale viene scritto a caratteri cubitali, nero su bianco ed in grassetto...che il Cavallino non prenderà il via al Mondiale di F1 2010, c'è finito in mezzo pure lui: Valentino Rossi.

Più che Dottore, Prezzemolino di questo genere di situazioni di "fanta-motorsport", il tavulliano sembra essere stato indicato come la terza guida di una ipotetica terza Ferrari schierata in un ipotetico Campionato del Mondo di F1 alternativo a quello organizzato dalla FIA.

Con il comunicato stampa di ieri, infatti, Luca Cordero di Montezemolo ha infatti aperto le danze dei Team che entro pochi giorni comunicheranno il loro ritiro al duo Mosley-Ecclestone, accettando di fatto di mettersi in gioco in un campionato inedito, nel quale correre con regolamenti più chiari, limitazioni ai budget meno importanti ed una spartizione dei diritti più equa rispetto a quella attuale.

Valentino Rossi, che nel novembre del 2008 provò per due giorni la F2008 con ottimi tempi, non ha mai nascosto di apprezzare la guida di una F1, arrivando a dichiarare in conferenza stampa che "...con un buon progetto e tanto impegno sarei potuto diventare un buon pilota di F1". Tempo e mezzi per diventarlo li avrebbe ancora, sicuramente, ma correre ad alto livello in due sport che in comune hanno solo la velocità e le piste potrebbe essere un'impresa ad alto rischio "scarsi risultati" in entrambe le specialità anche per uno come Valentino. Sempre che non ci sia l'intenzione di trasferire definitivamente il 46 da una moto ad una monoposto...

Attendiamo gli sviluppi di quella che sembra essere l'ennesima mercificazione mediatica attorno al nome di Rossi: abbiamo la sensazione che a Le Mans si parlerà, però, più di questa illazione che dei risultati sportivi in pista.

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top