Sport

pubblicato il 3 maggio 2009

MotoGP 2009, Jerez, Gara: torna Rossi

98° vittoria per il tavulliano, poi Pedrosa e Stoner.

MotoGP 2009, Jerez, Gara: torna Rossi
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • MotoGP 2009, Jerez - anteprima 1
  • MotoGP 2009, Jerez - anteprima 2
  • MotoGP 2009, Jerez - anteprima 3
  • MotoGP 2009, Jerez - anteprima 4
  • MotoGP 2009, Jerez - anteprima 5
  • MotoGP 2009, Jerez - anteprima 6

Dopo un giro d'onore con sosta al...bagno, Rossi torna alla vittoria portando il suo bottino di vittorie a quota 98 ed i podi in carriera a 154. Un risultato eccezionale per un ragazzo di soli 30 anni, che oggi ha definitivamente dimostrato di essere il pilota da battere anche nella stagione in corso.

ROSSI: ARABA FENICE
Dopo un sabato da dimenticare, Valentino ha dunque cancellato anche il brutto weekend di Motegi disputando la classica corsa da incorniciare: lasciati sfogare Pedrosa e Stoner nella prima metà della gara il tavulliano ha iniziato a martellare tempi "da qualifica", perdendo qualche attimo nella lotta ingaggiata con Stoner prima e sbarazzandosi in poche curve, 10 giri più tardi, della pratica Pedrosa.

Un Pedrosa comunque consistente, efficace, forse non ancora dotato di un pacchetto tecnico a livello della Yamaha ma soprattutto felice di un secondo posto che lo ripaga di un inverno estremamente difficile.

LORENZO: PIU' UMILTA'
Domenica nera, invece, per Lorenzo: dopo aver vinto una gara "strana" a Motegi ed aver ottenuto una ottima qualifica a Jerez, lo spagnolo non avrebbe mai creduto di dover tornare ai box con la carena gonfia di ghiaia e la consapevolezza di non riuscire a tenere il ritmo degli altri. Aveva detto che il Lorenzo dello scorso anno non c'era più: è vero, è migliorato, casca e parla meno, ma non bastano un paio di risultati buoni per per essere considerato il migliore. Su questo aspetto personale, deve ancora lavorare molto.

TRE ITALIANI NEGLI OTTO
Risultato discreto ma non a livello delle aspettative per Capirossi, mentre è arrivato l'ennesimo ottimo piazzamento per Melandri: il suo quinto posto è l'ennesimo segnale di un pilota ritrovato su di una moto valida, che meriterebbe di tornare in livrea verde subito.

INCUBO DUCATI
...il disco è sempre il solito, ma è un dato di fatto che solo Stoner riesca a guidare bene la Desmosedici. Per tutti gli altri è il solito oggetto misterioso. Ma di chi è il problema? Del 95% dei piloti o del Ing. Preziosi? State certi che la questione non si porrà finchè Stoner sarà in grado di lottare per il mondiale...anche se Suppo e Preziosi farebbero forse bene a guardare oltre: nel remotissimo caso in cui Stoner cambiasse casacca a fine stagione o dovesse provvisoriamente cedere il suo sellino - per motivi fisici, ad esempio -, non sarebbe certo piacevole passare dalle stelle alle stalle nell'arco di un solo Gran Premio.

HANNO DETTO...

Stoner: "In qualifica abbiamo avuto un buon risultato ma non pensavo di ottenere un buon risultato in gara. La nostra moto non funziona benissimo in questa pista, ad ogni giro perdevo l'anteriore ma nonostante tutto sono arrivato a podio. E' la prima volta da quando corro che arrivo sul podio a Jerez: è davvero un ottimo risultato. Il team ha lavorato bene. Per quanto riguarda le prossime corse siamo molto fiduciosi, voglio essere più vicino agli altri."

Pedrosa: "Per me è un risultato fantastico. Sono contento di essere a podio. Mi aspettavo di essere a podio, ma allo stesso tempo sapevo che rossi si sarebbe fatto vivo durante la gara. Era lui l'uomo da battere."

Melandri: "E' stata una gara divertente e se continuiamo così c'è da divertirsi. Il 2008 è un anno chiuso. Per quest'anno, posso dire che dobbiamo riuscire a continuare a lavorare bene e vorrei continuare a migliorare. Sono consapevole che non posso fare sempre meglio ogni domenica, mai dire mai. In moto mi sento bene, mi diverto, sto lavorando duro, faremo bene."

Lorenzo: "Tutto è andato male. Nel warmup ho notato che le gomme non tenevano come ieri ma devo dire che anch'io non sono stato molto bravo. Prima di cadere sono andato forte ma non sarebbe stato comunque sufficiente per lottare per vincere. Devo dimenticare questa gara velocemente, guardare davanti con ottimismo. Le prossime gare andrò più forte."

Capirossi: "Soffriamo. Oggi è stata una gara difficile. Ho cercato di attaccare ma mi è calata la gomma dietro. Ho fatto fatica a stare con Colin e Marco. Il sesto è un risultato pessimo, molto lontano dai primi. Abbiamo ancora qualche problema di motore ed ora la Suzuki ci dovrebbe dare una mano."

Dovizioso: "Non sono partito benissimo. Stavo recuperando e stavo cercando di recuperare su Lorenzo. Avevo grossi problemi di inserimento con il freno motore e le condizioni di oggi non erano certamente favorevoli. Fortunatamente non sono caduto ma non sono riuscito ad agganciarmi al trenino di Melandri e Capirossi e sono arrivato ottavo. La rivalità con Pedrosa mi fa tirare il meglio ed il fatto che lui sia davanti non mi crea problemi: lui conosce meglio la moto ed il team, io sto ancora aspettando alcune evoluzioni, in particolare per quanto riguarda l'erogazione e la stabilità del telaio (che è quello dello scorso anno)."

Rossi: "Erano 10 anni dalla scenetta del bagno e Flavio (Presidente del suo Fun Club) mi ha segnalato che in quella curva il bagno c'era ancora. Era l'anniversario e così mi è sembrato simpatico ricordare quel momento. E' stata dura prendere Dani, ma nella seconda parte di gara la moto è andata bene e sono riuscito a vincere. Nelle prime due gare non guidavo come mi piaceva e non avevo lo stesso feeling. Venerdì ho guidato bene, ieri male. Oggi abbiamo messo a punto una bella modifica e stamattina ho guidato come mi piace. La gara è stata lunghissima, strategia: sapevo di essere veloce ed ho cercato di non fare errori. Ho solo 9 punti su Stoner ed il campionato è lungo, ma è importante essere davanti."

MOTOGP 2009, JEREZ, GARA - 03/05/2009
1 Valentino ROSSI - Yamaha - 45'18.557
2 Dani PEDROSA - Honda - 45'21.257 - 2.700
3 Casey STONER Ducati - 45'29.064 - 10.507
4 Randy DE PUNIET Honda - 45'50.450 - 31.893
5 Marco MELANDRI Kawasaki - 45'51.685 - 33.128
6 Loris CAPIROSSI Suzuki - 45'52.685 - 34.128
7 Colin EDWARDS Yamaha - 45'52.978 - 34.421
8 Andrea DOVIZIOSO Honda - 45'53.182 - 34.625
9 Toni ELIAS Honda - 46'01.246 - 42.689
10 Chris VERMEULEN Suzuki - 46'03.740 - 45.183
11 Sete GIBERNAU Ducati - 46'06.749 - 48.192
12 Yuki TAKAHASHI Honda - 46'10.432 - 51.875
13 James TOSELAND Yamaha - 46'12.240 - 53.683
14 Alex DE ANGELIS Honda - 46'12.498 - 53.941
15 Nicky HAYDEN Ducati - 46'19.794 - 1'01.237
16 Niccolo CANEPA Ducati - 46'29.453 - 1'10.896
rit.
- Jorge LORENZO Yamaha
- Mika KALLIO Ducati

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top