Sport

pubblicato il 14 marzo 2009

WSBK 2009, Qatar: gara 1 a Spies, ma che Biaggi!

Yamaha extraterrestere e primo podio per la Aprilia RSV4

WSBK 2009, Qatar: gara 1 a Spies, ma che Biaggi!
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • WSBK 2009, Qatar - Gara 1 - Gara 2 - anteprima 1
  • WSBK 2009, Qatar - Gara 1 - Gara 2 - anteprima 2
  • WSBK 2009, Qatar - Gara 1 - Gara 2 - anteprima 3
  • WSBK 2009, Qatar - Gara 1 - Gara 2 - anteprima 4
  • WSBK 2009, Qatar - Gara 1 - Gara 2 - anteprima 5
  • WSBK 2009, Qatar - Gara 1 - Gara 2 - anteprima 6

Poteva essere la giornata di Max Biaggi e dell'Aprilia RSV4...e così è stato: vero, gara 1 l'ha vinta lo stratosferico UFO messo in pista da Yamaha e guidata magistralmente da Spies, ma il Corsaro dell'Aprilia ha finalmente concretizzato il potenziale già dimostrato in Australia, cedendo il passo solo nel finale ad uno scatenato Haga disposto a tutto per contendere il mondiale alla R1 in sella alla sua Ducati 1098 R ufficiale.

Anche nella prima manche del secondo round del campionato WSBK 2009, dunque, non sono mancate le emozioni anche se i primi tre hanno fatto davvero un'altro sport: non c'è stato nulla da fare per il bravissimo Smrz, secondo in griglia ma poi caduto, e nemmeno per Nakano...ottimo quarto ma molto attardato dal suo compagno di squadra in lotta per il secondo posto sino a poche curve dalla fine.

La chiave di volta di gara 1 si è materializzata al 12° giro, quando Spies ha iniziato a dare gas ad una R1 che non sembra più soffrire di problemi di usura alle gomme, manifestati lo scorso anno sia da Haga che da Corser: la fasatura del quattro cilindri a scoppi irregolari, evidentemente, fa miracoli...ed anche per la Rossa di Borgo Panigale l'unica possibilità su questa pista sembra essere quella di inseguire. Verranno certamente piste più favorevoli per la Ducati, mentre potrebber riservare qualche sorpresa il comportamento della RSV4 quando si tornerà a correre in Europa: la RSV4 è velocissima, ma come tutte le moto al debutto ha bisogno ancora di molte cure prima di poter esprimere al massimo il suo potenziale...e gli eccellenti risultati delle prime due gare potrebbero essere stati viziati dai test invernali e dalla bravura di Max sui tracciati guidati come Phillip Island e Losail. Speriamo, ovviamente, di essere smentiti.

Vada come vada, l’Aprilia, grazie al pilota romano, risale su podio in Superbike dopo oltre sei anni: l’ultimo fu proprio Haga in sella alla RSV Mille bicilindrica l’8 settembre 2002 ad Assen in Gara 1.

"Sono molto contento non solo per il podio – ha dichiarato Biaggi – ma anche per la consapevolezza di essere costantemente in lotta per le prime posizioni. E’ stata una gara dura, i miei avversari erano incollati dietro di me e non era facile mantenere il passo giusto e la giusta concentrazione con tutta quella pressione. Sono molto soddisfatto del pacchetto che ho a disposizione perché è già molto competitivo, ho un buon feeling con la moto e per questo devo ringraziare il mio team per il durissimo e grandissimo lavoro sta facendo. Sono felice per il podio non solo per me stesso, ma anche per tutti quelli che lavorano e credono in questo progetto".

"Sono soddisfatto – ha detto Nakano – è la mia seconda gara e già sono riuscito ad ottenere un buon risultato. Sono partito bene e a rimanere nel gruppo di testa per metà gara, poi mi hanno staccato ho fatto il mio passo cercando di rimanere concentrato per difendere la posizione. Solo negli ultimi giri Checa mi ha ripreso e superato, poi ha comesso un errore e sono riuscito a riprendermi il mio quarto posto."

WSBK 2009, Qatar, Gara 1
1 19 Spies B. (USA) Yamaha YZF R1 36'06.304 (160,93 kph)
2 41 Haga N. (JPN) Ducati 1098R 1.893
3 3 Biaggi M. (ITA) Aprilia RSV4 2.168
4 56 Nakano S. (JPN) Aprilia RSV4 12.061
5 7 Checa C. (ESP) Honda CBR1000RR 12.597
6 67 Byrne S. (GBR) Ducati 1098R 12.971
7 66 Sykes T. (GBR) Yamaha YZF R1 13.570
8 9 Kiyonari R. (JPN) Honda CBR1000RR 19.306
9 11 Corser T. (AUS) BMW S1000 RR 19.388
10 55 Laconi R. (FRA) Ducati 1098R 20.981
11 91 Haslam L. (GBR) Honda CBR1000RR 21.164
12 65 Rea J. (GBR) Honda CBR1000RR 21.994
13 111 Xaus R. (ESP) BMW S1000 RR 22.917
14 23 Parkes B. (AUS) Kawasaki ZX 10R 27.218
15 33 Hill T. (GBR) Honda CBR1000RR 31.602
16 31 Muggeridge K. (AUS) Suzuki GSX-R 1000 K9 33.934
17 99 Scassa L. (ITA) Kawasaki ZX 10R 47.496
18 25 Salom D. (ESP) Kawasaki ZX 10R 47.505
19 15 Baiocco M. (ITA) Kawasaki ZX 10R 59.278
20 77 Iannuzzo V. (ITA) Honda CBR1000RR 59.295
21 24 Roberts B. (AUS) Ducati 1098R 59.338
22 71 Kagayama Y. (JPN) Suzuki GSX-R 1000 K9 1'04.008
RET 86 Badovini A. (ITA) Kawasaki ZX 10R
RET 84 Fabrizio M. (ITA) Ducati 1098R
RET 96 Smrz J. (CZE) Ducati 1098R
RET 76 Neukirchner M. (GER) Suzuki GSX-R 1000 K9
RET 44 Rolfo R. (ITA) Honda CBR1000RR

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top