Sport

pubblicato il 12 marzo 2009

WSBK 2009: uragano Spies nelle Q1 in Qatar

Passo stratosferico per la Yamaha R1. Quarto Biaggi con la RSV4

WSBK 2009: uragano Spies nelle Q1 in Qatar
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • WSBK 2009: uragano Spies nella Q1 in Qatar - anteprima 1
  • WSBK 2009: uragano Spies nella Q1 in Qatar - anteprima 2
  • WSBK 2009: uragano Spies nella Q1 in Qatar - anteprima 3
  • WSBK 2009: uragano Spies nella Q1 in Qatar - anteprima 4
  • WSBK 2009: uragano Spies nella Q1 in Qatar - anteprima 5
  • WSBK 2009: uragano Spies nella Q1 in Qatar - anteprima 6

Inizia nel segno di Ben Spies e della Yamaha R1 2009 SBK la seconda tappa del Campionato WSBK, che si corre sabato 14 marzo tra le curve dell'autodromo del Qatar. Dai saliscendi australiani al biliardo arabo le prima sessione di qualifiche porta già alcune conferme: Ben Spies, ad esempio, primo con uno stratosferico 1'58.886, ma soprattutto Max Biaggi, che con la sua Aprilia RSV4 SBK è riuscito a staccare l'ultimo dei biglietti per la prima fila virtuale con un ottimo 1'59.826.

Nello stesso secondo di Biaggi, ma discretamente più vicino al '58 di Spies, il tempo di Rea (Honda, 1'59.177)...il quale ha preceduto di quasi sei decimi il compagno di squadra Checa, al terzo posto provvisorio con un 59.7.
Quinto Kyonari, Honda, sesta la prima Ducati: non è quella di Haga (11esimo), non è quella di Fabrizio (ottavo), ma quella privata di Shane Byrne, tornato ai fasti di un inverno sempre in vetta alle classifiche dopo un weekend amaro nella terra dei canguri. Per la Ducati ufficiale l'inizio non è dei migliori: il V2 di Borgo Panigale paga dazio negli allunghi del tracciato di Losail nei confronti delle quattro cilindri di ultima generazione, ma la sensazione è comunque quella di una certa pretattica da parte degli uomini di Borgo Panigale, in particolar modo con Haga...tra i favoriti nei taccuini dei bookmakers per le due manche Mediorientali.

Buona anche la prestazione di Regis Laconi, nono e rinato in sella alla Ducati, decimo tempo per l'Aprilia di Nakano, quattordicesimo per Rolfo, mentre male sono andate le Suzuki: per Neukirchner e Kagayama i distacchi dalla vetta sono sull'ordine del 1.5 secondi ma anche in questo caso crediamo che ai box del team di Batta aspettino la Superpole di domani per far vedere di che pasta è fatta la GSX-R 1000 K9...

I tempi (Qatar, Losail, 12/03/2009 Qualifica 1)
1 19 Spies B. (USA) Yamaha YZF R1 1'58.886;
2 65 Rea J. (GBR) Honda CBR1000RR 1'59.177;
3 7 Checa C. (ESP) Honda CBR1000RR 1'59.731;
4 3 Biaggi M. (ITA) Aprilia RSV4 1'59.826;
5 9 Kiyonari R. (JPN) Honda CBR1000RR 1'59.937;
6 67 Byrne S. (GBR) Ducati 1098R 1'59.980;
7 96 Smrz J. (CZE) Ducati 1098R 2'00.024;
8 84 Fabrizio M. (ITA) Ducati 1098R 2'00.101;
9 55 Laconi R. (FRA) Ducati 1098R 2'00.232;
10 56 Nakano S. (JPN) Aprilia RSV4 2'00.238;
11 41 Haga N. (JPN) Ducati 1098R 2'00.254;
12 66 Sykes T. (GBR) Yamaha YZF R1 2'00.283;
13 76 Neukirchner M. (GER) Suzuki GSX-R 1000 K9 2'00.345;
14 44 Rolfo R. (ITA) Honda CBR1000RR 2'00.374;
15 71 Kagayama Y. (JPN) Suzuki GSX-R 1000 K9 2'00.398;
16 11 Corser T. (AUS) BMW S1000 RR 2'00.455

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top