Sport

pubblicato il 8 marzo 2009

MotoGP: Melandri sulla ZX-RR nel 2009

Marco ha scelto: ok Kawasaki, pardon...Hayate

MotoGP: Melandri sulla ZX-RR nel 2009
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Marco Melandri - Hayate 2009 - anteprima 1
  • Marco Melandri - Hayate 2009 - anteprima 2
  • Marco Melandri - Hayate 2009 - anteprima 3
  • Marco Melandri - Hayate 2009 - anteprima 4
  • Marco Melandri - Hayate 2009 - anteprima 5
  • Marco Melandri - Hayate 2009 - anteprima 6

Marco Melandri nel 2009 sarà in MotoGP. Dopo una piccola pausa di riflessione, successiva agli ultimi test "bagnati" del Qatar, il pilota italiano ha finalmente detto sì alla nuova avventura, iniziata in via ufficiale dopo la chiusura del rapporto con Ducati ed oggi lontana parente di un progetto che avrebbe dovuto riportare il pilota romagnolo nelle posizioni che gli competono, ovvero in vetta alle classifiche.

Vada come vada, la Hayate ZX-RR 2009 - il marchio Kawasaki non dovrebbe più apparire sulle carene, verdi? - è secondo Melandri una moto discreta, con qualche piccolo difetto di gioventù al quale non è stato possibile porre rimedio per mancanza di sviluppo ma soprattutto di test session atte a verificare la bontà di eventuali modifiche.

La verità, tralasciando per un attimo le impressioni a caldo del pilota, è che restare a casa dopo una stagione come quella passata e con una anagrafica ancora "nel fiore" non avrebbe avuto molto senso: molto meglio sfruttare al massimo il materiale disponibile, cercare di mettersi in luce quando possibile e pensare a correre senza dover dimostrare nulla a nessuno...tanto che, se sarà in grado di prendere questa avventura con il giusto spirito, la Hayate potrebbe essere per Marco un viatico verso la completa maturazione professionale ed un modo per ritrovare fiducia in sé stesso.

"Anche se la moto potrebbe non sarà probabilmente al top - ha dichiarato il manager Vergani - per Marco è stato meglio dire sì la proposta, accettando consapevolmente una situazione diffile ed in cui ci sarà da soffrire un po'. In ogni caso potrebbero arrivare anche delle belle gare, dato che da Qatar sono arrivati segnali incoraggianti."

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top