Sport

pubblicato il 27 febbraio 2009

WSBK 2009: Phillp Island, Q1

Grande prestazione di Smrz e della Aprilia di Nakano...

WSBK 2009: Phillp Island, Q1
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • WSBK 2009: Phillp Island, Q1 - anteprima 1
  • WSBK 2009: Phillp Island, Q1 - anteprima 2
  • WSBK 2009: Phillp Island, Q1 - anteprima 3
  • WSBK 2009: Phillp Island, Q1 - anteprima 4
  • WSBK 2009: Phillp Island, Q1 - anteprima 5
  • WSBK 2009: Phillp Island, Q1 - anteprima 6

Con il miglior tempo di Jakub Smrz si è ufficialmente aperto l'attesissimo Mondiale SBK 2009. 28 piloti, sette case ufficiali, il gradito ritorno di Aprilia e l'incredibile scesa in campo di BMW sono gli elementi di spicco di questa stagione, che già dalla prima sessione non ha mancato di riservare gradite sorprese.

LE PRIVATE VANNO
Certo, il 32.3 del pilota della Repubblica Ceca, in sella alla Ducati 1098 R del team Guendalini, è ancora ben distante dal 1.31.8 stampato da Michel Fabrizio (oggi settimo con 32.9) nella sessione di test della scorsa settimana, e non c'è dubbio che nella Superpole di domani almeno cinque o sei decimi salteranno fuori solo di "adrenalina". Resta il fatto che ci sono ben 15 piloti racchiusi nell'attimo di un secondo, per cui fare pronostici sulla pole di domani - per non parlare della gara - appare al momento impossibile.

SUZUKI VELOCI
Di certo c'è che le Ducati private dimostrano ancora una volta di avere un potenziale enorme ad inizio stagione...così come del resto le ufficiali, dato che Haga ha fermato i cronometri a 1.32.569 staccando il pass per la seconda posizione odierna.
Poco dietro la seconda sorpresa di giornata, Haslam, che con la Honda CBR 1000 RR (1.32.523) ha preceduto le ufficialissime Suzuki GSX-R 1000 RR di Max Neukirchner (1.32.673) e Kagayama (1.32.704), mentre un po' attardate rispetto a quanto ci si potesse attendere...ma con alcuni "colpi in canna" si sono posizionate le Yamaha di Spies e Sykes, entrambe sul 32.9 in ottava e nona posizione.

GRANDE APRILIA
Sorprendente e, senza dubbio, terza sorpresa di giornata, la Aprilia RSV4 di Nakano, che è passata per due volte davanti alla stessa fotocellula in 1.32.928, facendo segnare un incredibile sesto posto.

"Queste due sessioni di prove sono state molto emozionanti – ha dichiarato Nakano – è il mio vero debutto in questa categoria ed è anche la prima volta che giro insieme a tutti gli altri piloti. Nelle libere del mattino non siamo andati male, nelle ufficiali ci siamo concentrati sul passo gara con pneumatici usati, con buoni risultati, poi abbiamo montato la gomma nuova ed abbiamo ottenuto subito il sesto tempo. Siamo tutti molto vicini ed il sesto posto dimostra che siamo abbastanza competitivi. La moto non è ancora a posto, la situazione non è cambiata molto rispetto ai test, sappiamo però che arriverà del nuovo materiale nelle prossime gare".

NELLO STESSO DECIMO
Tutto sommato positiva anche la prestazione di Max Biaggi, ultimo di sei piloti ad aver girato nello stesso 32.9. Qualche centesimo meglio di lui l'hanno fatto Fabrizio (Ducati 1098 R), le due Yamaha e la CBR 1000 RR di Kyonari.

Si passa ben olte al trentatre (33.2) per Regis Laconi e la sua Ducati 1098 R, per la CBR 1000 RR di Rolfo e quella di Checa, mentre Byrne, sorpresa di alcuni test invernali, lo vedremo probabilmente domani: il suo 33.3 non sembra rendere giustizia alle prestazioni dimostrate per tutto l'inverno.

BMW: L'ELICA GIRA PIANO MA...
Un po' attardate le BMW, con Corser a 1.33.7 (16°) e Xaus a 1.34.08 (20°), così come qualche problema sembra averlo incontrato il nostro grande amico Luca Scassa, solamente 25esimo con un 1.35.759 ben lontano dal suo vero potenziale.

Ultime posizioni, per Iannuzzo (Honda), Baiocco e Badovini (Kawasaki), ma domani è tutto un altro giorno...

Philip Island Qualifing 1 27/02/2009
1 96 Smrz J. (CZE) Ducati 1098R 1'32.312
2 41 Haga N. (JPN) Ducati 1098R 1'32.569
3 91 Haslam L. (GBR) Honda CBR1000RR 1'32.623
4 76 Neukirchner M. (GER) Suzuki GSX-R 1000 K9 1'32.673
5 71 Kagayama Y. (JPN) Suzuki GSX-R 1000 K9 1'32.704
6 56 Nakano S. (JPN) Aprilia RSV4 1'32.928
7 84 Fabrizio M. (ITA) Ducati 1098R 1'32.932
8 19 Spies B. (USA) Yamaha YZF R1 1'32.939
9 66 Sykes T. (GBR) Yamaha YZF R1 1'32.971
10 9 Kiyonari R. (JPN) Honda CBR1000RR 1'32.991
11 3 Biaggi M. (ITA) Aprilia RSV4 1'32.995
12 55 Laconi R. (FRA) Ducati 1098 RS 09 1'33.202
13 44 Rolfo R. (ITA) Honda CBR1000RR 1'33.206
14 7 Checa C. (ESP) Honda CBR1000RR 1'33.224
15 67 Byrne S. (GBR) Ducati 1098R 1'33.317
16 11 Corser T. (AUS) BMW S1000 RR 1'33.377
17 65 Rea J. (GBR) Honda CBR1000RR 1'33.418
18 100 Tamada M. (JPN) Kawasaki ZX 10R 1'33.709
19 23 Parkes B. (AUS) Kawasaki ZX 10R 1'33.911
20 111 Xaus R. (ESP) BMW S1000 RR 1'34.080
21 33 Hill T. (GBR) Honda CBR1000RR 1'34.123
22 25 Salom D. (ESP) Kawasaki ZX 10R 1'34.487
23 24 Roberts B. (AUS) Ducati 1098R 1'35.123
24 31 Muggeridge K. (AUS) Suzuki GSX-R 1000 K9 1'35.716
25 99 Scassa L. (ITA) Kawasaki ZX 10R 1'35.759
26 77 Iannuzzo V. (ITA) Honda CBR1000RR 1'36.103
27 15 Baiocco M. (ITA) Kawasaki ZX 10R 1'36.514
28 86 Badovini A. (ITA) Kawasaki ZX 10R 1'37.127

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top