Sport

pubblicato il 24 febbraio 2009

WSBK: bene i test della BMW S 1000 RR

Più di 200 giri per Xaus e Corser a Phillip Island

WSBK: bene i test della BMW S 1000 RR
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • WSBK: test a Phillip Island per la BMW S 1000 RR - anteprima 1
  • WSBK: test a Phillip Island per la BMW S 1000 RR - anteprima 2
  • WSBK: test a Phillip Island per la BMW S 1000 RR - anteprima 3
  • WSBK: test a Phillip Island per la BMW S 1000 RR - anteprima 4
  • WSBK: test a Phillip Island per la BMW S 1000 RR - anteprima 5
  • WSBK: test a Phillip Island per la BMW S 1000 RR - anteprima 6

Il Team BMW Motorrad Motorsport ha portato a termine con risultati più che discreti i due giorni di test a Phillip Island, in Australia. Sulla stessa pista, il prossimo weekend, le S 1000 RR saranno protagoniste di un evento storico per l'Elica bianco blu e per il mondo del motociclismo sportivo, dato che per la prima volta nella storia il marchio BMW prenderà il via nel Campionato del Mondo per derivate di serie.

I due giorni di test hanno visto alternarsi sole e nuvole, con forte vento il primo giorno. Ma nonostante ci sia stato qualche scroscio di pioggia il primo giorno, il circuito è rimasto prevalentemente asciutto e quindi in condizioni ottimali per il proseguimento dell'intenso lavoro di sviluppo "messo in pista" dai tecnici BMW.

Troy Corser, punta di diamante dei piloti del Team, ha purtroppo concluso i test prima del naturale esaurimento del suo programma a causa di uno scontro con un uccello nel pomeriggio del secondo giorno. Stava andando a circa 230 km/h quando si è scontrato con il volatile e la forza dell’impatto è stata tale da provocare la torsione della mano sinistra dal manubrio. In qualche modo Troy è riuscito a mantenere il controllo della moto e a non cadere, ma il medico gli ha imposto riposo per il resto della giornata.

Lavoro intenso anche per Ruben Xaus, anche se i tempi non rendono giustizia all'impegno del pilota spagnolo, che comunque si è dichiarato a proprio agio in sella alla SBK di Monaco.

Troy Corser (97 giri, best lap 1:32.9)
I test sono andati molto bene, sebbene sia stato un peccato finire prima anche perché ci sarebbe stato ancora tanto da provare. Ma sono stato fortunato a non cadere e a non farmi male scontrandomi contro l’uccello. Non so proprio come sono rimasto in piedi, non è facile rimanere in sella con una sola mano sul manubrio. Avevo visto l’uccello e avevo tentato di evitarlo lateralmente. Ma invece di volar via dalla mia moto, è volato proprio di fronte a me. Colpire un uccello ad oltre 230 km/h è stato come scontrarsi con un mattone, alla fine sono contento di non essermi fatto male.
Abbiamo imparato molto in questi due giorni, ed io mi sono fatto un’idea migliore su come la moto reagisce in condizioni diverse e con differenti set-up.

Ruben Xaus (114 giri, best lap 1:33.5)
Sono contento dei test e di come sono andati ed è stato importante fare ancora più chilometri. Mi sto abituando alla S 1000 RR e la moto sta diventando sempre più confortevole. Abbiamo fatto tanto lavoro e anche buoni progressi, sono fiducioso per il prossimo week end. Abbiamo testato diversi set-up ed abbiamo dato ai tecnici tanto materiale su cui lavorare. Ora dobbiamo mettere insieme i dati e proseguire lo sviluppo, sono certo che il team migliora ogni volta che scende in pista.

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top