Novità

pubblicato il 19 febbraio 2009

Cagiva 1125 V2 Schiranna

Nuove anticipazioni sul futuro della casa varesina

Cagiva 1125 V2 Schiranna
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Cagiva 1125 V2 Schiranna - anteprima 1
  • Cagiva 1125 V2 Schiranna - anteprima 2
  • Cagiva 1125 V2 Schiranna - anteprima 3
  • Cagiva 1125 V2 Schiranna - anteprima 4
  • Cagiva 1125 V2 Schiranna - anteprima 5

Il giochino sembra talmente ovvio da non apparire poi così scontato...perchè, lo sappiamo bene, l'ufficio "complicazione affari semplici" delle grandi aziende è sempre in agguato quando si tratta di passaggi apparentemente banali. Al momento dell'acquisizione del Gruppo MV Agusta da parte dell'americana Harley Davidson, infatti, il pensiero è corso veloce alle possibilità che una azienda come quella di Milwaukee avrebbe potuto offrire sia a Cagiva che a MV Agusta, individuando nel motore V2 Rotax in dotazione alle Buell 1125 R e 1125 CR una perfetta unità motrice sulla quale sviluppare una nuova gamma di prodotti.

Oberdan Bezzi, al quale la fantasia non manca di certo, aveva già provato ad ipotizzare la sua Cagiva Elefant ed oggi torna alla carica con una sportiva stradale, sempre basata sul potenziale del bicilindrico a V di 72° che nei piani originali dell'azienda austriaca che lo produce avrebbe dovuto equipaggiare l'erede dell'Aprilia RSV 1000.

Un motore potente, compatto e tecnologico, in grado di adattarsi ai mille usi di una gamma, dall'enduro allo sport più estremo: ecco quindi trovato il collegamento che lo porta ad essere incastonato nel telaio scomponibile, con il traliccio superiore in acciaio imbullonato a piastre in alluminio inferiore, della Cagiva Cagiva 1125 V2 Schiranna.

Una moto decisamente affascinante in termini di stile, che non rinuncia davvero a nulla per quanto concerne la meccanica: forcellone doppio braccio in alluminio, forcella Marzocchi, pinze freno Brembo monoblocco ad attacco radiale e naturalmente un cospiscuo lavoro di centralizzazione delle masse, che non ha comunque lasciato spazio ad uno scarico posto sotto al codone, in netta controtendenza rispetto alle attuali esigenze del mercato.

Monoposto, dallo stile particolarmente aggressivo, la creatura di Schiranna potrebbe essere proposta ad un prezzo allineato a quello delle rivali nipponiche, esattamente come accade per le Buell che utilizzano questo propulsore.

Autore: Redazione

Tag: Novità


Top