Eventi

pubblicato il 9 febbraio 2009

SYM al 1° Roma Motodays 2009

Il colosso di Taiwan espone le sue ultime novità

SYM al 1° Roma Motodays 2009
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • SYM al 1° Roma Motodays - anteprima 1
  • SYM al 1° Roma Motodays - anteprima 2
  • SYM al 1° Roma Motodays - anteprima 3
  • SYM al 1° Roma Motodays - anteprima 4
  • SYM al 1° Roma Motodays - anteprima 5
  • SYM al 1° Roma Motodays - anteprima 6

Il Costruttore taiwanese, noto per produrre "in casa" gran parte dei componenti dei suoi scooter e delle sue moto, ha esposto a Motodays tutta la gamma, mettendo in evidenza le quattro novità principali del 2009: Joymax Evo, Simply2, Joyride Evo e Symphony.

Il nuovo Joymax ha un motore monocilindrico raffreddato a liquido da quasi 264 cc in grado di sviluppare una potenza di oltre 22 CV. L’impianto frenante è a disco su entrambi gli assi e dotato di sistema combinato per rallentamenti più sicuri. Le sospensioni sono votate al comfort e gli ammortizzatori posteriori sono regolabili. Un profondo restyling ha interessato tutto lo scooter, in particolare la parte anteriore con il gruppo ottico dotato di fendi nebbia e quello posteriore a led. La cura dei dettagli è percepibile a prima vista e spiccano l’ampio parabrezza e gli specchi retrovisori integrati e in tinta. Ma ecco i dati che più interessano al pubblico: la sella è posta a 740 mm da terra, il peso dichiarato a secco è di 182 kg e le ruote hanno diametro di 13 pollici.

Rinnovato anche il Symply, proposto nelle cilindrate 50 cc e 125 cc, entrambe a 4 tempi. Dotati di faro alogeno, portapacchi di serie, freno a disco anteriore e ampio vano sottosella, sono progettati per affrontare il più caotico traffico urbano, ma visto che il 125 ha prestazioni superiori è dotato di un pratico parabrezza sportivo. Il peso a secco è rispettivamente di 100 e 110 kg per il 50 e il 125 cc. Grazie al serbatoio da oltre 5 litri e ai bassi consumi l’autonomia permette di affrontare un’intera giornata in movimento. Le ruote sono da 12 pollici.

Sym ha ulteriormente sviluppato anche il Joyride, ora "Evo". Le cilindrate sono 125 cc e 200 cc (reale 174,5 cc) e il design è definito "europeo" per via del doppio faro sovrastato dalla sportiva presa d’aria frontale. Contenuti spazi di arresto sono garantiti dal doppio freno a disco, con quello anteriore di tipo perimetrale. Ma ecco i dati che contano: peso a secco di 156 kg, serbatoio da 7,6 litri, sella a 760 mm da terra e ruote da 13 pollici all’anteriore e 12 pollici al posteriore.

Nel rinnovamento della gamma non poteva mancare un occhio di riguardo per il modello a ruota alta. Si chiama Symphony ed è proposto nelle cilindrate 50 e 125 cc, ovviamente a 4 tempi, con quella di maggiore cubatura che si distingue per la doppia versione, con freno posteriore a tamburo o, a scelta, a disco (in questo caso è previsto anche un pneumatico a sezione maggiorata). Il design è stato studiato con particolare attenzione al mercato italiano, dove i modelli con ruote da 16" vanno per la maggiore. La sella è a 800 mm da terra e il 125 cc pesa 115 kg, mentre il 50 cc si ferma a 102 kg.

Autore: Redazione

Tag: Eventi


Top