Sport

pubblicato il 26 gennaio 2009

SBK: conclusi i test di Portimao

Byrne e la Ducati Sterilgarda davanti a tutti

SBK: conclusi i test di Portimao
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • SBK 2009: Portimao january TEST - anteprima 1
  • SBK 2009: Portimao january TEST - anteprima 2
  • SBK 2009: Portimao january TEST - anteprima 3
  • SBK 2009: Portimao january TEST - anteprima 4
  • SBK 2009: Portimao january TEST - anteprima 5
  • SBK 2009: Portimao january TEST - anteprima 6

I primi test WSBK dell'anno parlano ancora chiaramente di Shane Byrne come una delle novità più attese della stagione 2009. Sulla pista portoghese di Portimao il pilota inglese del team Ducati Sterilgarda, ha sfruttato alla perfezione le condizioni "inglesi" della pista per far segnare il giro più veloce in 1'43"874.
"Non mi aspettavo di essere il più veloce nei tre giorni a dire la verità" ha dichiarato Shakey, "ma non mi sorprende. La mia 1098 è stata perfetta e c'è un ottimo rapporto con la squadra e anche il feedback con il mio ingegnere di pista."

Solo un altro pilota è riuscito a girare sotto l'1"44, Max Neukirchner, anche lui in evidenza in questa tre giorni di test. Bene anche tutti i principali candidati alla lotta per il titolo, con Noriyuki Haga (Ducati), Ben Spies (Yamaha) e Carlos Checa (Honda) e Michel Fabrizio che hanno fornito prestazioni di grande interesse.

BMW IN CRESCITA, APRILIA STABILE
Piccoli passi avanti sono stati compiuti anche dalla BMW. Troy Corser ha fatto segnare il nono tempo, soprattutto alla fine ha consolidato un distacco di un secondo dalla miglior prestazione. Qualche difficoltà in più del solito per l'Aprilia RSV4 SBK, con Max Biaggi che non è riuscito nemmeno a ripetere i tempi del test di novembre. Nel finale di sessione il pilota romano è anche caduto, rimediando una botta al polso destro.

"Sono venuto qui fiducioso - ha dichiarato Max Biaggi - di ottenere dei miglioramenti rispetto agli ultimi test – ha dichiarato Biaggi – purtroppo abbiamo riscontrato altri piccoli problemi che non ci aspettavamo. Ora non andiamo via con il morale alto, ma adesso i nostri tecnici hanno potuto rilevare numerose informazioni che serviranno loro a trovare nuove soluzioni per risolvere questi problemi. All’ultimo giro ho fatto una brutta caduta per fortuna è andata bene e me la sono cavata con qualche ematoma".

TEST DI SUPERPOLE
A Portimao è stato provato per la prima volta il nuovo format Superpole che è entrato in vigore in questa stagione. Grande spettacolo e consensi generali da parte degli addetti ai lavori. Il format ad eliminazione (tre turni, i piloti passano da 20 a 16, quindi a 8 e questi ultimi si giocano le prime due fila della griglia) ha visto Shane Byrne conquistare la prima Superpole virtuale.

"Questo format non è nuovo per me - sottolinea Byrne - dato che qualcosa di simile avevamo sperimentato nelle ultime gare del BSB. Così è diventata un Superpole davvero eccitante e spettacolare e credo che anche televisivamente riscuoterà molti consensi".

"La nuova Superpole è strana, molto diversa - dichiara Noriyuki Haga - e quando le condizioni sono come oggi, con alcune gocce di pioggia cadute durante le tre sessioni Superpole, diventa un po’ complicato. Possiamo avere un piano ma non possiamo pianificare il meteo! Direi che mi sento quasi pronto per la prima gara e i test che faremo a Phillip Island la settimana prima della gara, saranno sicuramente utili."

FLAG TO FLAG
Una nuova norma in vigore da quest'anno prevede l'introduzione del "flag to flag", che evita l'interruzione della gara in caso di pioggia. I piloti presenti hanno effettuato una simulazione che ha fornito indicazioni molto positive. In MotoGP ha funzionato, non dovrebbero esserci particolari problemi nemmeno per i piloti delle derivate di serie.

I TEMPI DI PORTIMAO 25/01/2009
1 Byrne S. - Ducati 1098R - 1'43.294
2 Spies B. - Yamaha YZF R1 - 1'43.484
3 Haga N. - Ducati 1098R - 1'43.487
4 Sykes T. - Yamaha YZF R1 - 1'43.546
5 Checa C. - Honda CBR1000RR - 1'43.657
6 Neukirchner M. - Suzuki GSX-R 1000 K9 - 1'43.674
7 Smrz J. - Ducati 1098R - 1'43.767
8 Fabrizio M. - Ducati 1098R - 1'43.951
9 Rea J. Honda - CBR1000RR - 1'44.115
10 Haslam L. - Honda CBR1000RR - 1'44.170
11 Corser T. - BMW S1000 RR - 1'44.261
12 Kagayama Y. - Suzuki GSX-R 1000 K9 - 1'44.425
13 Laconi R. - Ducati 1098R - 1'44.546
14 Kiyonari R. - Honda CBR1000RR - 1'44.610
15 Parkes B. Kawasaki ZX 10R - 1'44.704
16 Polita A. - Ducati 1098R - 1'45.108
17 Nakano S. - Aprilia RSV4 - 1'45.179
18 Biaggi M. - Aprilia RSV4 - 1'45.199
19 Roberts B. - Ducati 1098R - 1'45.278
20 Salom D. - Kawasaki ZX 10R - 1'45.393
21 Tamada M. - Kawasaki ZX 10R - 1'45.446
22 Lavilla G. - Honda CBR1000RR - 1'45.672
23 Hill T. - Honda CBR1000RR - 1'45.679
24 Scassa L. - Kawasaki ZX 10R - 1'45.820
25 Xaus R. - BMW S1000 RR - 1'46.128
26 Rolfo R. - Honda CBR1000RR - 1'46.916
27 Iannuzzo V. - Honda CBR1000RR - 1'46.971

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top