Sport

pubblicato il 14 gennaio 2009

Ducati Desmosedici GP9

Presentata ufficialmente la Rossa di Stoner ed Hayden

Ducati Desmosedici GP9
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Ducati Desmosedici GP9 - anteprima 1
  • Ducati Desmosedici GP9 - anteprima 2
  • Ducati Desmosedici GP9 - anteprima 3
  • Ducati Desmosedici GP9 - anteprima 4
  • Ducati Desmosedici GP9 - anteprima 5
  • Ducati Desmosedici GP9 - anteprima 6

Si era già vista in pista, in forma prototipale, subito dopo il GP di Barcellona del 2008 ma oggi, finalmente, la nuova Ducati Desmosedici GP9 si svela ai tifosi, mostrando la solita grande eleganza nelle forme e quella tinta bianco-rossa che da anni contraddistingue entrambe le Rosse emiliane (l'altra è la la Ferrari, ndr) ed i campioni che le hanno portate in pista.

Pronta a passare alla storia come la prima MotoGP dotata di telaio in carbonio, la seconda se consideriamo alcuni esperimenti di Cagiva nell'era delle 500, la nuova creatura di Borgo Panigale si è dimostrata già nei primi test molto veloce ed in grado di impensierire qualunque avversaria, senza preferenze di pista: la guidabilità assicurata dalla nuova struttura del telaio, infatti, dovrebbe permettere alla Desmosedici di risultare un po' meno "stoneriana" (o nervosa che dir si voglia) ed allo stesso tempo decisamente più performante in ogni frangente. I primi test parlavano di un differenziale di quasi mezzo secondo al giro, ma era forse un po' troppo presto per quantificarne il vero potenziale.

Evoluzione del "solito" V90° di 799 cc. , il quadricilindrico desmodromico mantiene la sua classica caratteristica di elemento strutturale, fungendo anche da punto di fulcro per il forcellone in alluminio, controllato da un ammortizzatore Ohlins.

Ohlins è anche la forcella upside-down pressurizzata con steli da 42 mm mentre le ruote sono ovviamente da 16.5 pollici gommate Bridgestone non solo per regolamento. Dischi e pinze freno, ovviamente, sono marchiati Brembo.

Come al solito l'elettronica di gestione della Desmosedici è di altissimo livello: non fa certamente difetto la GP9, che dalla Magneti Marelli ha ottenuto l'ennesimo step evolutivo del sistema antispin oltre che di gestione del motore.

I piloti ed il pubblico si aspettando molto dalla nuova Desmosedici GP9 ed i test condotti sino ad oggi non hanno fatto altro che dare riscontri positivi.

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top