dalla Home

Attualità e Mercato

pubblicato il 5 febbraio 2019

Sicurezza stradale, quasi 5 milioni di euro dal Governo

La cifra dovrebbe coprire gli interventi sul manto stradale e prevenire le infrazioni più pericolose

Sicurezza stradale, quasi 5 milioni di euro dal Governo

Buone notizie per i motociclisti: sono stati ripartiti i 400 milioni stanziati dalla Legge di Bilancio 2019 per la messa in sicurezza di strade (ed edifici pubblici) su ben 7.977 comuni con popolazione fino a 20.000 abitanti. Sono le città piccole, dove magari la qualità dell’asfalto è pessima, con ripercussioni negative per la sicurezza stradale.

Chi controlla chi

Attenzione: i Comuni beneficiari del contributo devono dare inizio ai lavori entro il 15 maggio 2019, pena la revoca del contributo. Il ministero dei Trasporti, di concerto con il ministero dell’Interno, vigilerà sull’esecuzione dei lavori con controlli a campione.

Smartphone, giro di vite

In parallelo, prosegue la lotta a chi, in auto, guida con lo smartphone in mano. È stato firmato un accordo di collaborazione tra il ministero dei Trasporti e il ministero dell’Interno per potenziare i controlli della Polizia Stradale su chi vìola il Codice della Strada. Per questo, il ministero mette a disposizione del Dipartimento della Stradale 834.950 euro.

L’alcol nel mirino

Realizzato nell’ambito del Piano nazionale per la Sicurezza Stradale “Orizzonte 2020”, che si esplica in un aumento dei controlli e nella gestione e controllo della velocità in ambito urbano, l’accordo prevede che la somma, messa a disposizione dal Mit, venga impiegata dal Dipartimento per la Pubblica Sicurezza per l’acquisto di autovelox, telelaser e etilometri alcoltest. I dati rilevati nell’esecuzione dei controlli verranno elaborati e analizzati dalla Direzione Generale per la Sicurezza Stradale del ministero.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , sicurezza , codice della strada , incidenti , alcol , autovelox


Top