Novità

pubblicato il 7 gennaio 2009

Suzuki GSX-R 600 / 750 Yoshimura

Edizione speciale per il mercato olandese

Suzuki GSX-R 600 / 750 Yoshimura
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Suzuki GSX-R 600 / 750 Yoshimura - anteprima 1
  • Suzuki GSX-R 600 / 750 Yoshimura - anteprima 2
  • Suzuki GSX-R 600 / 750 Yoshimura - anteprima 3
  • Suzuki GSX-R 600 / 750 Yoshimura - anteprima 4
  • Suzuki GSX-R 600 / 750 Yoshimura - anteprima 5

Essendo una semplice ma interessante idea di Suzuki Olanda, la nuova Suzuki GSX-R 600 / 750 Yoshimura non sarà purtroppo disponibile per i clienti del mercato italiano. La proposta, però, rimane comunque interessante...perchè senza prendere in considerazione un complicato acquisto nella terra dei tulipani, il pacchetto di plus proposti può rappresentare un interessante spunto per la personalizzazione di GSX-R nuove o già immatricolate: tutti gli accessori sono infatti disponibili in after market ufficiale ed omologati per la circolazione stradale.

Nera, come la versione Yoshimura della GSX-R 1000 Mat Black, la nuova edizione speciale è spinta dal classico quattro cilindri in linea, sedici valvole, raffreddato a liquido, declinato nelle due cilindrate 600 e 750. Rispetto ai modelli di serie, però, il terminale di scarico è stato sostituito con un più performante e leggeroYoshimura Titanium Yoshimura GP-Evo III, ispirato (nello stile) a quello utilizzati dalle MotoGP di Capirossi e Vermuelen. Le potenze dichiarate sono le stesse, 150 CV per la 750 e 125 per la 600, così come il peso, ma è presumibile che le differenze siano rientrate all'interno del 5% di scarto concesso in fase di omologazione e non richiedano, dunque, aggiornamenti di fiche omologative.

Invariato, dunque, anche il peso a secco 163 kg (750) e 160 kg (600), così come le misure vitali, che parlano di 1.400 mm di passo. Nessuna novità per il telaio doppio trave in alluminio, la forcella a steli rovesciati e per l'impianto frenante con pinze radiali (dischi da 310 mm), mentre sotto il profilo aerodinamico è stato scelto un nuovo plexiglass dal profilo accentuato, in grado di assicurare una migliore protezione aerodinamica alle alte velocità.

Nuovo e più aggressivo l'inedito portatarga, così come è inedito il paraserbatoio in simil-carbonio, con logo GSX-R rosso in bella vista.

13.990 euro la GSX-R750, € 12.490 la GSX-R600, le Suzuki GSX-R 600 / 750 Yoshimura dovrebbero arrivare ad un listino simile anche intervenendo "privatamente", partendo da una base di 10.400 per la 600 ed 11.600 per la 750.

Autore: Redazione

Tag: Novità


Top