dalla Home

Eventi

pubblicato il 17 gennaio 2019

Motor Bike Expo 2019: le migliori special “della casa” [VIDEO]

Non solo designer e officine, ormai il mondo custom è affare anche delle case motociclistiche

freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Le migliori special ufficiali di MBE 2019 - anteprima 1
  • Le migliori special ufficiali di MBE 2019 - anteprima 2
  • Le migliori special ufficiali di MBE 2019 - anteprima 3
  • Le migliori special ufficiali di MBE 2019 - anteprima 4
  • Le migliori special ufficiali di MBE 2019 - anteprima 5
  • Le migliori special ufficiali di MBE 2019 - anteprima 6

Solo pochi anni fa sarebbe suonato come un paradosso: marchi motociclistici che impiegano tempo e risorse per tagliare, modificare e trasformare moto della gamma in progetti speciali. Oggi invece, con l’ascesa delle modern-classic e la crescita del movimento custom in Italia e in Europa, le case presentano ogni anno una serie di special “fatte in casa” o realizzate insieme ai nomi più noti del settore. A Verona sono arrivate delle vere chicche, e noi di OmniMoto.it non ce le siamo fatte certo sfuggire.

BMW

Cala una coppia d’assi la casa dell’elica, con una coppia di custom che hanno fatto a lungo parlare di sè. La prima è la R18 Departed, una board-tracker sopraffina realizzata dall’officina giapponese Zon Custom Work. La fresca vincitrice del “Best in Show” dell’Hot Rod Yokohama Custom Show può contare su dettagli unici, come le sovrastrutture in alluminio spazzolato, la forcella girder nascosta dal cupolino e la ciclistica monstre, con la coppia di cerchi da 26”. La vera sorpresa però è il motore: un boxer da 1.800 cc che potrebbe segnare il futuro delle turistiche bavaresi.  L’altra è su base R NineT, e viene dritta da Leicester: la Moksha realizzata da Sinroja Motorcycles e ispirata agli oggetti impossibili di Escher. Il copriforcella si fonde con il cupolino in un gioco prospettico che ricorda i lavori dell’artista olandese, mentre le oltre 150 ore passate a trasformare la moto la rendono, citazioni artistiche o meno, una streetfighter originale e aggressiva.

Honda

La casa dell’ala porta a Verona le novità già presentate ad Eicma 2018, insieme a novità come la CB1000R+ Limited Edition, che verrà prodotta in soli 350 esemplari. Le caratteristiche principali di questa “special di serie” sono la livrea tricolour ispirata agli anni ’70 e l’ala dorata sul serbatoio. 200 pezzi rimarranno in Italia, e saranno venduti a 15.990 euro, solo 900 euro in più rispetto alla CB1000R. Accanto ci sarà X-ADV Mutant, realizzato da Officine GP Design e vincitore nel 2018 del contest che Honda organizza ogni anno al Motor Bike Expo. Mutant è una vera e propria sportiva del futuro, con linee radicali e un profilo inedito che lascia stupiti se si pensa alla base di partenza.

Moto Guzzi

A Mandello del Lario le special sono di casa. Moto Guzzi è uno dei marchi più amati dai customizzatori di tutto il mondo, e chi segue il mondo custom vede di settimana in settimana alzarsi il numero di “speciali” su base Guzzi, e al Motor Bike Expo 2019 ci saranno due esemplari d’eccezione: Officine Rossopuro svelerà una nuova special su base V7 III, mentre South Garage porterà la Figaro, progetto realizzato per Proraso su base V7.

Royal Enfield

Sulle special punta molto Royal Enfield, che dall’esordio delle Twins, Interceptor e Continental GT 650, vanta una serie di special finite sui magazine di tutto il mondo. La prima è completamente realizzata dai designer del centro Ricerca e Sviluppo di Leicester: la Lockstock, un dragter che ha partecipato alla Punks Peak di Wheels&Waves e alla Sultans of Sprint, su base Continental GT 650. Telaio, quote ciclistiche e motore sono stati rivisti per lo “sparo” da un ottavo di miglio. L’altra special è invece frutto dell’estro di Wiston Yeh, customizzatore meglio conosciuto con il nome del suo atelier: Rough Crafts. Anche Midas Royale sfrutta come base la Continental GT, resa radicale grazie a sovrastrutture stampate in 3D, componenti premium come sospensioni Ohlins, scarico SC Project, dischi e pinze Beringer e pneumatici Pirelli Diablo Superbike.

Yamaha

Al Motor Bike Expo 2019 Yamaha ha deciso di inaugurare un progetto che lega ancora di più il marchio dei tre diapason al mondo della customizzazione. Dopo lo Yard Built, contenitore dei migliori progetti realizzati da builder di fama mondiale, Yamaha inaugura il Faster Sons Garage. Iniziativa che chiama a raccolta tutti i concessionari Yamaha Italia e le special che escono dalle loro officine. A battezzare il progetto ci sarà NOVE, una realizzazione su base XSR900 creata da D&G Motosport di Rimini, che ha la particolarità di non aver operato tagli o modifiche di telaio alla moto, dando la possibilità così di ripristinare i componenti originali in qualsiasi momento. Nello stand ci sarà anche la XSR700 Xtribute, che omaggia la mitica XT500 con serbatoio cromato, ruote tassellate e un look da vera scrambler.

Autore: Luca Sabatini

Tag: Eventi , special , saloni , custom


Top