dalla Home

Curiosità

pubblicato il 6 dicembre 2018

Un’asta per le Petronas FP1 [VIDEO]

I rarissimi modelli stradali della sfortunata superbike saranno presto venduti al miglior offerente

Un’asta per le Petronas FP1 [VIDEO]

Solo i veri patiti di motorsport  ricorderanno la Petronas FP1, nata all'inizio del nuovo millennio per correre in MotoGP, ma rocambolescamente finita in WSBK nel 2003 con il team Foggy-Petronas. I 150 esemplari omologati per l’uso stradale che la Petronas produsse per potersi iscrivere al campionato Superbike finirono per lo più in Indonesia, ma oggi i collezionisti potrebbero concedersi  un inaspettato regalo di Natale.

La storia

Le 150 moto vennero prodotte in Malesia e in Inghilterra, con l’obiettivo di distribuirle solo nel Sud-Est Asiatico. 60 di queste moto però non arrivarono mai al distributore asiatico Momoto, e dopo il ritiro dalle competizioni di Petronas, dovuto al cambio di cilindrata nel regolamento, e il fallimento del progetto FP1 se ne persero le tracce. Nel 2010 il ritrovamento di un “tesoro” pronto ad essere immatricolato, 60 Petronas FP1, e solo oggi arriva la possibilità di acquistarne una. Grazie alla Lanzante Limited, azienda che si occupa del restauro di auto classiche da competizione, ma che per le Petronas ha fatto un’eccezione, trovando anche il modo di sbloccarne la vendita. L’azienda ha smentito tramite un post Instagram, che le moto siano quelle ritrovate nel 2010, e ha allo stesso tempo negato che siano parte della quota arrivata in Malesia, per cui non è chiaro da dove provengano. Tutte le moto saranno rimesse a nuovo e le componenti non omologate per la circolazione in Europa verranno sostituite, dando ai fortunati vincitori della battaglia al rialzo, anche i pezzi originali.

Petronas FP1 - Il video

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , superbike , curiosità


Top