dalla Home

Attualità e Mercato

pubblicato il 22 novembre 2018

Moto o auto senza Rca? Scatta il ritiro di patente

La proposta è in discussione in Parlamento all’interno della Riforma del codice stradale

Moto o auto senza Rca? Scatta il ritiro di patente

Riforma del Codice della Strada in arrivo per contrastare il fenomeno di moto e auto senza Rca. Oggi, per chi circola senza Rca, il Codice della Strada prevede una multa di 841 euro,più il sequestro del veicolo. La sanzione è ridotta a 210,25 euro se la polizza viene attivata nei 30 giorni successivi alla scadenza della stessa. O se, entro 30 giorni dal verbale, la moto (o l’auto) viene demolita. Questa norma non svolge una funzione deterrente, tanto che i veicoli senza Rca in Italia sonoben 2,8 milioni, pari al 6,3% del totale degli immatricolati (stima Ania, Associazione delle assicurazioni). La percentuale supera addirittura il 10% al Sud. Ecco allora la soluzione: multa di 1.682 euro (il doppio di oggi), più il sequestro del veicolo e la sospensione della patente per 60 giorni (che oggi non c’è).

Quale norma

La proposta di modifica al Codice della Strada è in un emendamento della Lega, prima firma Enrico Montani, al decreto fiscale all'esame della Commissione finanze del Senato. Obiettivo, limitare il numero di  moto e auto senza Rca, vere e proprie mine vanganti della strada. Se causano un incidente, chi l’ha subìto deve rivolgersi al Fondo Vittime della Strada per avere il risarcimento, con tempi biblici per avere i soldi. Il secondo guaio è che il responsabile del sinistro scappa, diventando un pirata della strada.

Secondo passo

Un altro strumento per arginare questo fenomeno è un controllo da parte delle Forze dell’ordine su strada. Ma Polizia e Carabinieri fanno quello che possono, in relazione al numero di pattuglie e di strumenti tecnologici. Servirebbe un archivio informatico centralizzato che raccolga tutte le sanzioni per guida senza assicurazione effettuate dalla Polizia Stradale, dalla Polizia Municipale e dai Carabinieri. Infine, in automatico, gli autovelox potrebbero collegarsi a un database: se la moto o l’auto è senza Rca, si invia una notifica al proprietario del mezzo, che deve dimostrare di essere in regola. Qualora non lo faccia, scatta la multa. E, se la riforma passerà, entrerà in gioco la sanzione più pesante che vuole la Lega.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , incidenti , assicurazione


Top