dalla Home

Eventi

pubblicato il 12 novembre 2018

Triumph, slitta il debutto nel deserto della Scrambler 1200

Un infortunio al pilota Ernie Vigil costringe la casa britannica al ritiro dalla Baja 1000

Triumph, slitta il debutto nel deserto della Scrambler 1200

Era stata annunciata come un “battesimo di fuoco” la partecipazione della Triumph Scrambler 1200 XE alla Baja 1000, il raid fuoristradistico che ogni anno si svolge nella Bassa California, in Messico, ma una frattura alla caviglia del pilota Ernie Vigil ha costretto il team al ritiro dalla competizione.

L’infortunio

Durante una sessione d’allenamento in vista del raid, che si svolgerà dal 14 al 18 novembre, Vigil ha infatti subito la frattura della caviglia sinistra, dopo che la sua moto da cross da 450 cc con cui si stava allenando gli è rovinosamente caduta addosso. Un brutto colpo per il pilota che ha condiviso sui social network la sua amarezza per quanto accaduto: “Mentre aspettavo che la mia Scrambler 1200 superasse la dogana a LAX, sono andato a fare un giro per un ultimo allenamento con la mia fantastica 450. Sfortunatamente la ruota ha perso aderenza durante una curva stretta. La moto si è ribaltata, atterrando sulla mia caviglia e rompendomi l'osso della tibia e della fibula. Sono estremamente dispiaciuto per la squadra e per lo sforzo che hanno messo nel portare a termine la moto e anche per tutti quelli che mi hanno supportato nell'allenamento per questa gara”.

Solo un contrattempo

Nonostante l’incidente però, la stroria tra la Triumph Scrambler 1200 e il deserto messicano però non è destinata a finire in un nulla di fatto. Il team Triumph Motorcycles ha infatti già individuato il prossimo rally a cui la Scrambler 1200 parteciperà: il Mexican 1000, che condivide parte del percorso e la proverbiale difficoltà con il Baja 1000, e che si svolgerà il prossimo aprile. Non resta che aspettare.

Autore: Redazione

Tag: Eventi , enduro , fuoristrada , rally , maxi enduro


Top