dalla Home

Speciale

EICMA 2018

dal 08/11 al 11/11

Attualità e Mercato

pubblicato il 6 novembre 2018

Honda CBR1000RR Fireblade, la supesportiva hi-tech

L’ammiraglia della gamma Super Sport di Honda riceve importanti aggiornamenti

Honda CBR1000RR Fireblade, la supesportiva hi-tech
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Honda CBR1000RR Fireblade 2019 - anteprima 1
  • Honda CBR1000RR Fireblade 2019 - anteprima 2
  • Honda CBR1000RR Fireblade 2019 - anteprima 3
  • Honda CBR1000RR Fireblade 2019 - anteprima 4

Sin dal 1992, anno di esordio del nome Fireblade, il concetto di controllo totale del veicolo è stato perseguito in tutte le edizioni della superbike giapponese. Così per il 2019 Honda CBR1000RR Fireblade, sia nella versione base che nella SP, potrà contare su una serie di dotazioni elettroniche migliorate.

Più controllo

E’ stato migliorato il traction control HSTC, pensato per l’intervento in pista, dove l’apertura del gas è intensa e repentina. Ora il sistema tenta di massimizzare la spinta del motore in ogni situazione in cui viene chiamato in causa e tiene contro del diverso diametro di rotolamento del pneumatico all’aumentare dell’angolo di piega. Migliorato anche il Wheelie Control, dispositivo antimpennata, che agisce separatamente dal traction control per dare sicurezza senza rinunciare alla potenza, ed è cpace di gestire anche l’atterraggio della ruota in caso di impennata.

Più precisione

Potenziato il Throttle by Wire sia in ingresso curva che in uscita. Quando si corre in pista infatti l’on-off deciso e immediato della manopola destra deve essere fulmineo,e con l’aggiornamento il tempo di risposta del comando è stato ridotto del 45%. Aumentata anche la quota di coppia che il motore sprigiona in uscita di curva nel Mode-1, il riding mode da pista. Ridotto l’intervento dell’ABS, per sfruttare al massimo il grip delle gomme in mescola e permettere ai più esperti di modulare la frenata a piacimento.

Nuove grafiche

La CBR1000RR Fireblade vanta un leggero ritocco nella versione Matt Ballistic Black Metallic, con dettagli argentati invece che rossi, e la colorazione Grand Prix acquista punti di bianco nella parte superiore della carena, mentre la SP e il suo classico tricolour trovano più bianco e più blu in grafica.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , superbike , eicma 2018


Top