dalla Home

Speciale

EICMA 2018

dal 08/11 al 11/11

Novità

pubblicato il 24 ottobre 2018

Triumph Scrambler 1200 XC ed XE, le vintage da offroad

"Cross-over" fatte e finite, giocano sul concetto di enduro, ispirandosi al passato ma creando qualcosa di nuovo

freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Triumph Scrambler 1200 XC ed XE	   - anteprima 1
  • Triumph Scrambler 1200 XC ed XE	   - anteprima 2
  • Triumph Scrambler 1200 XC ed XE	   - anteprima 3
  • Triumph Scrambler 1200 XC ed XE	   - anteprima 4
  • Triumph Scrambler 1200 XC ed XE	   - anteprima 5
  • Triumph Scrambler 1200 XC ed XE	   - anteprima 6

Ufficialmente, la denominazione è Dual Purpose Classic Adventure. Ma chiamatela pure “cross-over”, con il trattino. Perché la Triumph Scrambler 1200 strizza l'occhio a chi ama in modo viscerale le enduro anni '80 ma non disdegna quel tocco di classe, estetica e in qualità costruttiva, che fa la differenza.

“Tutto ciò che una moderna scrambler dev'essere”

In realtà la Triumph Scrambler 1200 affonda le sue radici ben più indietro nel tempo, grossomodo negli anni in cui gente come Steve McQueen e Bud Ekins amava sporcarsi stivali e giubbotti con sabbia e fango. Oggi le mire sono decisamente diverse. E dedicate a pubblici eterogenei ma complementari: la Scrambler 1200 XC, ovvero Cross Country, nel suo mix di utilizzo ideale vede tanta strada e offroad. La Scrambler 1200 XE, invece, sta per Extreme, e cioé adatta ad affrontare senza patemi anche il fuoristrada impegnativo. Entrambe hanno manubrione alto e dritto, cerchio da 21” all'anteriore e 17" al posteriore, e proporzioni tanto snelle quanto curate, così come la finitura: non c'è nulla o quasi nella moto che non sia realizzato bene. I parafanghi, tanto per fare un esempio, sono in metallo, i gruppi ottici a LED. Difficile notare risparmi a vista.

Motore

A spingere su entrambe c'è il bicilindrico parallelo della Bonneville, che sulla Scrambler 1.200 sviluppa 90 CV a 7.400 giri, con 110 Nm a 3.950 giri e il classico scarico alto a doppia uscita. Gli intervalli di manutenzione sono fissati a 16.000 km, mentre ci sono cinque riding mode (Road, Rain, Offroad, Sport e Rider), che diventano sei sulla XE grazie alla Off-Road Pro, per avere il pieno controllo quando l'asfalto finisce.

Elettronica

La Triumph Scrambler 1200 XE sfrutta anche i servigi della piattaforma inerziale, che gestisce non solo l'ABS Cornering – regolabile su tre livelli ed escludibile – ma anche il Traction Control, regolabile su 4 step. La strumentazione TFT, regolabile nell'inclinazione, permette di collegare il proprio smartphone via Bluetooth e gestire, tramite un comando a manubrio, telefonate e musica. Non solo: grazie ad un accordo con GoPro, si può collegare la telecamera via Bluetooth e visualizzare l'inquadratura in una finestra che appare nella strumentazione.

Telaio e sospensioni

Se forcella Sachs con steli da 45 mm e doppio ammortizzatore Ohlins posteriore sono gli stessi per entrambe, la più fuoristradistica Scrambler 1200 XE offre infatti un'escursione da 250 mm, contro i 200 della XC. Inoltre, il forcellone bibraccio in alluminio della XE è più lungo di 32 mm (varia anche l'interasse, 1.570 mm contro 1.530) mentre i cerchi sono a raggi per entrambe, con pneumatici tubeless. Più largo anche il manubrio della XE, 905 mm contro 840. Differenze anche nella sella, con un'altezza da terra di 870 mm per la XE e 840 mm per la XC. Infine, peso a secco intorno ai 200 kg: 205 per la XC, 207 la XE.

Freni

Qui in Triumph sono andati sul sicuro: doppio disco anteriore da 320 mm morso da pinze Brembo radiali monoblocco M50 a quattro pistoncini, e disco singolo posteriore da 255 mm. L'ABS è Cornering solo sulla XE, ma disinseribile su entrambe. Bella anche la leva al manubrio, regolabile nell'interasse.

Colori e prezzi

La Triumph Scrambler 1200 sarà in concessionaria da gennaio, ad un prezzo che è ancora in fase di definizione: dovrebbe posizionarsi fra i 15.000 e i 17.000 euro. Disponibile in quattro colori, due per ogni allestimento - la XE è offerta in bianco/verde e blu/nero, mentre la XC in nero e verde Khaki – ha una dotazione come sempre completa: su entrambe ci sono cruise control, blocchetti retroilluminati, posizione manubrio regolabile (di altri 10 mm sulla XE), keyless, cruise control, presa usb sotto la sella. Le manopole riscaldabili, invece, sono di serie solo sulla XE, che aggiunge fra le altre cose piattaforma inerziale, sospensioni ad escursione da 250 mm, pedane regolabili, 6 riding mode, paramani con anima in alluminio e steli forcella color oro. Sia per la Scrambler 1200 XC sia per la XE sono poi disponibili due pacchetti di accessori: Escape, con vocazione più stradale, e l'Extreme, che valorizza l'animo offroad.

Autore: Andrea Rapelli

Tag: Novità , 1200


Top