dalla Home

Attualità e Mercato

pubblicato il 8 ottobre 2018

I supereroi esistono: "Wonder Woman" scooterista fa arrestare ladro seriale di moto

Una donna dal suo scooter consente di acciuffare un delinquente: un incubo per i motociclisti

I supereroi esistono: "Wonder Woman" scooterista fa arrestare ladro seriale di moto

Fra i peggiori incubi di motociclisti e scooteristi italiani ci sono i ladri. Perché il proprietario spende quattrini per il mezzo e deve coprirsi anche con polizze contro furto e incendio molto costose. Per giunta, se fai la garanzia anti-furto, comunque ci sono franchigie in euro e scoperti in percentuale che restano a tuo carico: il risarcimento non è mai intero. Per non parlare delle noie burocratiche, degli adempimenti amministrativi, e dello stress psicofisico per il furto di un oggetto che potrebbe anche avere valore sentimentale. Ma ogni tanto c’è chi combatte questi incubi: leggete in basso.

Visto!

Un serbo di 31 anni, W.R., disoccupato, faceva un sacco di soldi rubando moto e scooter, soprattutto a Milano, con la complicità di un palo. Dotato di furgone e altri strumenti di lavoro, assieme a complici ha messo a segno innumerevoli colpi, coi mezzi poi rivenduti per intero oppure cannibalizzati, talvolta esportati nell’Est Europa o in Nord Africa. L’uomo è andato avanti per anni, facendo disperare i derubati e contribuendo, insieme ai "colleghi" al caro-prezzi delle polizze Furto e incendio: più le moto e gli scooter rubati, più alto statisticamente il rischio che avvengano questi sinistri. Le compagnie assicuratrici si regolano di conseguenza, alzando i prezzi delle polizze e rendendo pesantissime le franchigie e gli scoperti. Ma venerdì 5 ottobre, alle 23, il ladro è stato beccato. Ad accorgersi di tutto, in centro a Milano (zona via Carducci), in aree stracolme di moto e scooter parcheggiati per la movida meneghina, una ragazza di 27 anni.

Wonder Woman scooterista libera tutti

Lei è e sarà la nostra eroina, la nostra Wonder Woman. La giovane sale sullo scooter, sta per mettere in moto. Ma si accorge di un particolare strano: un furgone bianco (un Renault Traffic) con lo sportello posteriore aperto e una pedana. Il classico mezzo per fregare il prossimo: di solito, il ladro solleva lo scooter o la moto, la carica nel furgone e si dilegua. Nel caso specifico, il ladro, attraverso una pedana, spingeva una moto di grossa cilindrata dentro il veicolo mentre si guardava intorno con una certa circospezione. Assieme a lui il palo. Ed ecco la mossa della ragazza: estrae lo smartphone, attiva la fotocamera e immortala la targa del furgone. Poi contatta le Forze dell’ordine fornendo i dettagli. L'intervento delle forze dell'ordine ha permesso di recuperare la BMW da 12.000 euro, restituita al legittimo proprietario.

Più i bauletti

Nel furgone, i Carabinieri hanno rinvenuto 3 bauletti da moto, un navigatore Garmin, un Telepass, un paio di occhiali da Sole Ray-Ban e un giubbotto da moto. E chissà quanti altri oggetti rubati i ladri avranno stipato chissà dove. L’indagine prosegue perché resta i Carabinieri sono a caccia del palo, un italiano, proprietario del furgone. Dai terminali, è emersa che il serbo ha già un curriculum di tutto rispetto: arresto per rapina nel 2014 a Riccione, divieto di ritorno nel Comune di Lodi nel 2016. Ma Wonder Woman ha sventato centinaia di furti.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , assicurazione , citta


Top