dalla Home

Eventi

pubblicato il 2 ottobre 2018

Tutte le novità di Intermot 2018

Domani il salone motociclistico di Colonia apre le porte al pubblico per mostrare tutte le anteprime del 2019

Tutte le novità di Intermot 2018
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Tutte le novità di Intermot 2018 - anteprima 1
  • Tutte le novità di Intermot 2018 - anteprima 2
  • Tutte le novità di Intermot 2018 - anteprima 3
  • Tutte le novità di Intermot 2018 - anteprima 4
  • Tutte le novità di Intermot 2018 - anteprima 5
  • Tutte le novità di Intermot 2018 - anteprima 6

Torna l’appuntamento con Intermot, il primo expo autunnale europeo, che porta a Colonia le novità salienti del 2019. In attesa di mostrarvi nel dettaglio le protagoniste, come faremo nei prossimi giorni, facciamo un punto di cosa troverà chi visiterà l’esposizione motociclistica tedesca.

BMW, padrona di casa

La casa dell’elica porterà per la prima volta nei padiglioni di un expo le nuove R 1250 GS e R 1250 RT, già protagoniste del lancio del nuovo motore Shiftcam da 1.254 cc, il primo del marchio bavarese a fasatura variabile. A fare compagnia alle due ammiraglie dovrebbero esserci la nuova F 850 GS Adventure insieme alle altre “frontemarcia” F 850 GT e F 850 R, e la piccola sportiva tedesca, la G 310 RR, che con i suoi 313 cc è il simbolo delle mire di BMW verso il mercato indiano e del Sud-Est Asiatico. Se saremo fortunati potremo vedere anche un’evoluzione del concept 9Cento, che ha debuttato al Concorso d’Eleganza Villa d’Este.

Le piccole di casa Kawasaki… e non solo!

Il marchio di Akashi arriva ad Intermot per svelare la coppia di entry-level della casa: Z 125 e Ninja 125. Molto in comune con le 250 in commercio in Asia, le due moto condivideranno lo stesso propulsore, dalla potenza di 11 Kw, il telaio a traliccio in tubi d’acciaio, e una serie di dettagli “da grandi”, come la strumentazione digitale, dischi freno a margherita e ABS in dotazione. Ci saranno anche le modern classic Z900 RS e Z900 RS Cafe, nelle nuove colorazioni e molto probabilmente verrà svelata anche la nuova H2, la supersportiva di famiglia, ora capace di scaricare sulla ruota posteriore ben 231 CV.

Moto Guzzi, senza barriere

Si presentano al grande pubblico le due novità della gamma di Mandello del Lario: la V85 TT e la V9 Bobber Sport. Entrambe hanno esordito “in casa” durante il Moto Guzzi Open House, ma ora si “parcheggiano” sotto i riflettori di tutta Europa per lasciarsi ammirare. E se per V9 si può parlare di restyling, seppur corposo, del modello 2018, la musica cambia per la V85 TT. Una all-terrain dal sapore vintage, che vanta un motore tutto nuovo da 80 CV e un telaio in tubi d’acciaio inedito, a cui si affiancano componenti moderni come il forcellone asimmetrico, con un braccio ricurvo e l’altro a trasmissione cardanica, monoammortizzatore completamente regolabile e sospensioni dalla lunga escursione. Insomma tutti gli ingredienti che le servono per inserirsi nel grande mercato delle enduro medie. 

Indian, sulla bocca di tutti

A quasi un anno dalla presentazione del concept della FTR 1200, ieri sera la casa del Minesota ha finalmente svelato il modello “pronta-produzione” della naked di ispirazione flat-track americana. Chi sperava in un modello identico al prototipo sviluppato sulla base della FTR 750 da gara deve purtroppo notare come più di qualche dettaglio sia stato stravolto: dal terminale di scarico, al codone, passando per il cerchio da 18” al posteriore. Ma sicuramente non si rimane delusi dalla naked di Indian Motorcycle, che vanta un motore da 1.203 cc raffreddato a liquido, con 120 CV a 8.250 giri e 115 Nm di coppia massima a 6.000 giri/minuto. Forcella a steli rovesciati per l’anteriore, TFT con sistema Bluetooth, fari Full-LED, scarico 2 in 1 in 2 e doppio disco da 260 mm morso da pinze Brembo all’avantreno sono le novità che il modello definitivo porta in dote, insieme alla possibilità di scegliere tra la versione base e la variante S, con telaio rosso (così com’era il concept), e la possibilità di regolare la forcella anteriore, fissa nella versione base, e il monoshock posteriore in estensione. Buono anche il pacchetto elettronico, con Cruise control, Traction Control, anti-impennata e controllo di stabilità

Suzuki da guerra

Anche la casa giapponese ha saputo giocare molto bene le sue carte sul web e pochi giorni fa, dopo una sapiente campagna marketing, ha svelato i primi scatti della nuova Katana. Ad Intermot ci sarà l’anteprima mondiale della sportiva di Hamamatsu, che torna sfruttando la base della maxi naked GSX-S 1000, con motore 4 cilindri da 150 CV. Tutto tace invece sull’altro nome storico della casa, la Hayabusa, di cui forse potremo riparlare in vista di Eicma. 

Quelle appena citate, e tante altre, saranno le novità di Intermot 2018 che vi faremo scoprire nei prossimi giorni, per cui… Continuate a seguirci!

Autore: Redazione

Tag: Eventi , saloni , anticipazioni , intermot 2018


Top