dalla Home

Attualità e Mercato

pubblicato il 20 settembre 2018

Presta la moto ad uno sconosciuto che la ruba: addio rimborso

L'assicurazione non risarcisce per l'incauto affidamento del mezzo

Presta la moto ad uno sconosciuto che la ruba: addio rimborso

Tutto nasce da un incauto affidamento. Un uomo, a Jesi (Marche), chiede al proprieterio di una moto: “Posso fare un giro sul tuo mezzo. Sono interessato a comprarla, ma devo prima capire come va…”. Il titolare del veicolo accetta, il guidatore non torna e così, solo dopo un’ora, denuncia tutto ai Carabinieri.

Addio al risarcimento

In base alle polizze contro il Furto della moto, si devono consegnare alla compagniaentrambe le chiavi, e solo allora avrete diritto al risarcimento. Se invece si consegna una sola chiave, dicendo che l’altra è stata persa da tempo, la compagnia non dà un euro di risarcimento. L’impresa, infatti, è legittimata a sospettare che voi abbiate lasciato una chiave nel blocchetto di accensione della moto, mettendo così in atto un comportamento incauto che ha agevolato il ladro, seppure involontariamente. Lo dice anche la Cassazione, con sentenza 14422/2016. Che si basa sull’articolo 1900, comma 1, del Codice civile: “L’assicuratore non è obbligato per i sinistri cagionati da dolo o da colpa grave del contraente, dell’assicurato o del beneficiario, salvo patto contrario per i casi di colpa grave”.

Cosa fare

Comunque sia, se vi accorgete che la vostra moto è sparita, dovete presentare denuncia a Polizia o Carabinieri, e allertare l’assicuratore, senza omettere dettagli: se, per distrazione, il guidatore ha lasciato le chiavi nello scooter o nella moto, e magari anche la carta di circolazione con certificato assicurativo, questo va detto immediatamente a Forze dell’ordine e compagnia assicuratrice. In generale, va da sé, mai far effettuare un giro di prova al potenziale cliente da solo. Anche perché il truffatore, in fuga, potrebbe danneggiare il venditore in più modi: commettere gravi infrazioni al Codice della Strada; causare incidenti mortali; utilizzare il mezzo per commettere reati. Quindi occhio, un pò di gelosia e un pò di attenzione verso la propria moto non guastano mai.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , assicurazione


Top