dalla Home

Sport

pubblicato il 10 settembre 2018

MV Agusta e Forward Racing Team scaricano Romano Fenati

Il team di Moto2 aveva già firmato un contratto con il pilota marchigiano

MV Agusta e Forward Racing Team scaricano Romano Fenati

Non suona certo come un fulmine a ciel sereno dopo il folle gesto che Romano Fenati ha compiuto ieri durante la gara di Moto2 a Misano Adriatico nei confronti del collega Stefano Manzi, anzi. La notizia era nell’aria ormai da ore: Forward Racing Team e MV Agusta, rispettivamente squadra corse e moto con cui Fenati si era legato per il 2019 in Moto2 hanno comunicato che l’accordo sarà rescisso e che Fenati non farà più parte del loro progetto.

La cronoca

Fenati ieri, dopo aver ingaggiato una lotta a suon di sorpassi, anche rischiosi ma comunque regolari, con il collega Stefano Manzi, ha deciso di affiancare il pilota del team Forward tirandogli la leva del freno anteriore alla velocità di 217 km/h, tentando di farlo uscire fuori strada, ma rischiando di uccidere il collega vista la pressione esercitata. Per fortuna le conseguenze.

L’allontamento

Dopo essere stato scaricato dal Snipers Racing Team questa mattina, per Fenati arriva una seconda doccia fredda, che potrebbe mettere a serio rischio la sua carriera. Molti colleghi hanno duramente condannato il gesto, da Rossi a Crutchlow. Ma le parole più dure arrivano da quello che sarebbe dovuto essere il suo “datore di lavoro”, il presidente di MV Agusta, Giovanni Castiglioni: “In anni di sport non ho mai visto un comportamento così pericoloso. Un pilota simile non rappresenta minimamente i valori del nostro marchio. Per questo non vogliamo che sia lui a riportare in pista MV Agusta nel Motomondiale.” A Castiglioni si unisce anche Giovanni Cuzari, Patron di Forward: “Dopo lo spiacevole episodio tra Romano Fenati e Stefano Manzi, la squadra ritiene impossibile iniziare la prevista collaborazione con il pilota ascolano per la stagione 2019. Il gesto di Romano Fenati non è compatibile con i valori sportivi del Forward Racing Team e di MV Agusta. Per questo, pur amareggiati, dobbiamo annullare il progetto con Fenati. Il nostro sport è di per sé già molto pericoloso e ogni gesto che aumenta il rischio per i piloti non è tollerabile. Non possiamo accettare un comportamento di questo genere da un nostro futuro pilota".

Autore: Redazione

Tag: Sport , piloti , moto2


Top