dalla Home

Speciale

EICMA 2018

dal 08/11 al 11/11

Curiosità

pubblicato il 6 settembre 2018

Harley-Davidson apre un centro nella Silicon Valley

Il settore Ricerca&Sviluppo sarà nella valle dell’hi-tech califoniano.

Harley-Davidson apre un centro nella Silicon Valley

Google, Facebook e gli altri giganti del web e delle nuove tecnologie avranno un nuovo vicino di casa, con la carta d’identità che conta 115 anni di storia. Harley-Davidson ha infatti annunciato che aprirà una nuova struttura dedicata alla Ricerca e allo Sviluppo della linea di veicoli elettrici nel cuore della Silicon Valley, in California.

More Roads

Quella che va da Milwaukee a Cupertino è sicuramente una delle nuove rotte che hanno dato il nome all’ultima campagna della Motor Company americana, che insieme alla Livewire, la prima moto elettrica marchiata H-D, ha annunciato l’entrata in gamma di una ADV, una strettfighter e una custom dal sapore futuristico, tutte alimentate da nuovi motori che vanno dai 950 ai 1250 centimetri cubici. Livewire sarà il primo di una serie di veicoli a zero emissioni e senza frizione, chiamati “twist and go”, che si susseguiranno fino al 2022 per allargare l’offerta con mezzi più leggeri e di dimensioni contenute. In questa ottica il nuovo centro di sviluppo, satellite di quello storico di Milwaukee, si dedicherà totalmente ai propulsori elettrici, sfruttando le potenzialità e il know-how delle realtà della Silicon Valley, leader nel settore delle nuove tecnologie. 

Talent Scout

Il centro aprirà alla fine del 2018 e la Motor Company ha già iniziato ad assumere i migliori talenti dell’ingegneria elettronica, meccanica e nello sviluppo di software, fino ad arrivare a 25 nuovi dipendenti Harley-Davidson, tutti o quasi provenienti dalla Silicon Valley. “Questo è un momento veramente eccitante nella storia incredibile di Harley-Davidson, ed è anche il momento giusto per unirsi alla Motor Company e dare il proprio contributo a definirne il futuro” ha affermato Matt Levatich, CEO Harley-Davidson. 

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , tecnologia , emissioni zero


Top