dalla Home

Speciale

EICMA 2018

dal 08/11 al 11/11

Special e Elaborazioni

pubblicato il 31 agosto 2018

Honda, a “Glemseck 101” tra passato e presente

Special di ieri e di oggi e un pilota d’eccezione per conquistare lo scettro della moto più veloce

Honda, a “Glemseck 101” tra passato e presente
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Honda, la CB1000R di Mick Doohan - anteprima 1
  • Honda, la CB1000R di Mick Doohan - anteprima 2
  • Honda, la CB1000R di Mick Doohan - anteprima 3
  • Honda, la CB1000R di Mick Doohan - anteprima 4
  • Honda, la CB1000R di Mick Doohan - anteprima 5
  • Honda, la CB1000R di Mick Doohan - anteprima 6

La casa dell’ala di Tokyo fa tappa in una delle capitali europee del custom: Glemseck 101, l’evento dedicato alle special che ogni anno si tiene a Leonberg, in Germania. Sei special nel garage tedesco di Honda e un pilota d’eccezione come Mick Doohan per conquistare la vittoria nella ormai classica “Sprint International 1/8 Mile”, la gara di accelerazione sui 200 metri del circuito che ospita il raduno.

Special “fatta in casa”

Il cinque volte campione del mondo salirà in sella a una nuova CB1000R creata da Honda Racing UK, preparata appositamente per “lo sparo”. Vestita dei classici colori HRC, la special è dotata di sospensioni Ohlins di derivazione Fireblade SP, scarico completo Akrapovic, freni Brembo, forcellone monobraccio allungato, da vera dragster, frizione racing e componenti Rizoma, per unire prestazioni degne di un prototipo da competizione a un look da vera special “brucia semafori”.

Le altre

La creazione di Honda Racing sarà in buona compagnia: nello stand Honda infatti saranno presenti altre 5 moto uniche. La CX500 di Libra Coachworks, da Dartford, piena di dettagli realizzati a mano e caratterizzata dalla particolare sella e dall’originale terminale di scarico, la CB750 Seven Fifty di Kaspeed Customs, realizzata con oltre 200 ore di lavoro e varie parti realizzate in 3D CAD, ma anche un’altra CB1000R, la “Neo Daemon”, realizzata dal customizer Jens Kratschmar con verniciatura wrappata in vinile, scarico ceramico bianco e molte parti speciali. Ci saranno anche customizzazioni più “ardite” nel garage Honda: dalla GL1000 Gold Wing di prima edizione, realizzata da Roy Holtman unendo il suo iniziale spirito roadster al successo come touring stradale che ottenne successivamente al nuovo Monkey, trasformato in un piccolo flat-tracker dall’officina tedesca Kingston Custom

Autore: Redazione

Tag: Special e Elaborazioni , special , raduni , vintage


Top