dalla Home

Speciale

EICMA 2018

dal 08/11 al 11/11

Attualità e Mercato

pubblicato il 30 agosto 2018

Indian Motorcycle: anche le “grandi” si rinnovano per il 2019

Novità su Chief, Springfield e Roadmaster, con tecnologie inedite e un look rinnovato

Indian Motorcycle: anche le “grandi” si rinnovano per il 2019
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Indian Motorcycle, le novità 2019 su cruiser e touring - anteprima 1
  • Indian Motorcycle, le novità 2019 su cruiser e touring - anteprima 2
  • Indian Motorcycle, le novità 2019 su cruiser e touring - anteprima 3
  • Indian Motorcycle, le novità 2019 su cruiser e touring - anteprima 4
  • Indian Motorcycle, le novità 2019 su cruiser e touring - anteprima 5
  • Indian Motorcycle, le novità 2019 su cruiser e touring - anteprima 6

Dopo aver annunciato l’arrivo della FTR 1200 e aver svelato il restyling della entry-level del marchio, la Scout, Indian presenta le novità che equipaggeranno i modelli cruiser e touring della gamma: Chief, Springfield e Roadmaster. Una nuova tecnologia sviluppata in base al feedback e alle richieste dei motociclisti e altri accorgimenti sulla guida in sella alle grandi V-Twin di Springfield sono in dotazione sui nuovi modelli.

Bicilindrico Hi-Tech

Le novità sostanziali riguardano il motore. Il Thunder Stroke 111, da 1811 cc, ora infatti ha tre mappature del motore selezionabili: La modalità Tour, che offre una risposta morbida in accelerazione ed è pensata per il mototurismo, la Standard, più pronta e immediata, e la Sport, garanzia di divertimento anche sulle bagger americane. Una soluzione inedita è invece la disattivazione del cilindro posteriore, che una volta che il motore raggiunge la temperatura d’esercizio e la temperatura esterna è maggiore a 15° il cilindro posteriore si disattiva automaticamente ogni volta che la moto si ferma, per poi riattivarsi appena si apre l’acceleratore. Questo per diminuire il calore del motore e aumentare il comfort di chi guida.

Look e Driving Experience

Per la Roadmaster cambiano anche le carene inferiori, ridisegnate e ottimizzate per far avere un maggiore flusso d’aria al pilota, che può essere regolato da completamente aperto a completamente chiuso. Una novità che può essere integrata anche sui modelli precedenti grazie ad un apposito kit rilasciato da Indian. Migliorato anche l’impianto audio delle bagger americane, che ora vantano un equalizzatore dinamico completamente personalizzabile che aumenta il volume all’aumentare della velocità per avere sempre il livello ottimale dell’audio compensando i rumori esterni. Per quanto riguarda l’estetica le novità sono tutte per la linea Dark Horse, con i modelli Chief e Springfield che ricevono aggiornamenti nel look: arrivano le finiture nere su carter, scarichi, borse laterali e motore. La Springfield Dark Horse amplia la sua gamma di colori con il Thunder Black Smoke e White Smoke, e arriverà nelle concessionarie con una ruota da 19” tutta nuova e il parafango con l’iconico capo indiano montato frontalmente.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , cruiser , mercato , custom


Top