dalla Home

Speciale

EICMA 2018

dal 08/11 al 11/11

Sport

pubblicato il 24 agosto 2018

Triumph Moto2: a Silverstone con James Toseland

Altro GP, altra corsa per il prototipo del motore che entrerà nel campionato il prossimo anno

Triumph Moto2: a Silverstone con James Toseland

Dopo Aragon e Goodwood, il prototipo Triumph Moto2 ha assaggiato anche i cordoli di Silverstone, presentandosi ufficialmente ai piloti della classe cadetta del Motomondiale, che dall’anno prossimo avranno a disposizione il motore tricilindrico da 765 cc derivato dalla Street Triple RS di serie.

Un pilota d’eccezione

Il GP britannico è l’occasione giusta per dare un assaggio del nuovo propulsore e delle sue capacità, e per questo Triumph ha convinto una leggenda come James Toseland a indossare tuta e casco dopo 7 anni per tornare in pista. L’ex campione 2004 e 2007 di Superbike ed oggi commentatore del motomondiale per la BT ha poi condotto una delegazione di piloti Moto2 composta da Sam Lowes, Danny Kent, John McPhee, Luca Marini, Isaac Viñales, Joe Roberts e Bo Bendsneyder nello stabilimento di Hinkley, per mostrare loro le fasi di produzione del propulsore.

Il motore

Il propulsore Triumph sostituirà il motore da 600cc e quattro cilindri in linea Honda, derivato da quello montato di serie sulla CBR600RR. Anche il tricilindrico inglese ha un’origine stradale, ma le modifiche per la versione da Mondiale non sono poche: cambiano gli alberi a camme, le teste, le molle e le valvole, la frizione ha una frizione antisaltellamento regolabile e il cambio può contare su evidenti modifiche, tra cui una prima marcia più lunga. La centralina, firmata Magneti Marelli, semplifica l’elettronica Triumph. Rispetto alla Street Triple RS infatti, nella Moto2 il quickshift entra solo quando si sale di rapporto e non in downshift. Esce di scena anche il Traction Control, quanto basta per garantire un aumento di potenza che porta il motore a sviluppare 135 CV e 80 Nm di coppia, ben 12 CV e 3 Nm in più rispetto all’originale.

Autore: Redazione

Tag: Sport , piloti , moto2 , test-ride


Top