Sport

pubblicato il 12 novembre 2008

Aprilia RSV4 SBK: aggressiva e veloce...

Biaggi è soddisfatto della nuova RSV4 SBK

Aprilia RSV4 SBK: aggressiva e veloce...
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Aprilia RSV4 SBK: aggressiva e veloce... - anteprima 1
  • Aprilia RSV4 SBK: aggressiva e veloce... - anteprima 2
  • Aprilia RSV4 SBK: aggressiva e veloce... - anteprima 3
  • Aprilia RSV4 SBK: aggressiva e veloce... - anteprima 4
  • Aprilia RSV4 SBK: aggressiva e veloce... - anteprima 5
  • Aprilia RSV4 SBK: aggressiva e veloce... - anteprima 6

La prima uscita ufficiale per Max Biaggi e l’Aprilia RSV4 SBK in preparazione della del mondiale Superbike 2009 è avvenuta sullo splendido circuito portoghese di Portimao, a poche ore di distanza dall’ultima gara mondiale 2008 corsa sullo stesso tracciato.

Max ha svolto due intense giornate di test totalizzando 110 giri, 50 il primo giorno con 1’45"48 come miglior tempo, 60 il secondo giorno fermando il cronometro su 1’44"12: niente male, considerando che il record della pista, firmato Troy Bayliss/Ducati 1098 R Factory '08, è fissato in di 1'43"34.

"Questo di Portimao è stato il mio primo vero test sull’Aprilia – ha dichiarato Biaggi – dopo la prima presa di contatto con la moto di Valencia del mese scorso. Qui abbiamo lavorato tanto cercando di trovare una buona base di partenza che ci servirà poi per adattare la moto ai vari circuiti dei prossimi test e delle future gare. C’è ancora qualche problema da risolvere ma siamo solo all’inizio e la moto è ancora in fase di sviluppo. Sono comunque abbastanza soddisfatto del lavoro svolto, abbiamo raccolto molti dati che serviranno ai tecnici per produrre nuove componenti per far crescere ancora la RSV4. Dobbiamo individuare come e dove migliorare e poi a piccoli passi arriveremo ad avere un pacchetto molto competitivo già dalle prime gare, ma per fare ciò ovviamente bisognerà rimboccarsi le maniche. Sono molto contento di lavorare con questo team, abbiamo già un ottimo feeling e il giusto metodo di lavoro. Mi sento tornato a casa dopo tanti anni".

La nuova Aprilia RSV4 SBK, dunque, si è dimostrata da subito molto veloce, anche se la strada da percorrere per la quadricilindrica di Noale è ancora molta. Le incognite derivanti da un motore così nuovo ed innovativo sono numerose ed il know-how Aprilia in SBK è oggettivamente troppo obsoleto per risolvere rapidamente eventuali problemi ed adattare la moto alle richieste di piloti di primo piano come Biaggi e Nakano.

Proprio il neo-acquisto nipponico sarà a breve protagonista in sella alla nuova "quattroavu" di Noale: vi terremo aggiornati!

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top