Sport

pubblicato il 12 novembre 2008

Corser e Xaus debuttano sulla BMW S 1000 RR Superbike

Due giorni di test per gli assi dell'Elica

Corser e Xaus debuttano sulla BMW S 1000 RR Superbike
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Corser e Xaus debuttano sulla BMW S 1000 RR Superbike - anteprima 1
  • Corser e Xaus debuttano sulla BMW S 1000 RR Superbike - anteprima 2
  • Corser e Xaus debuttano sulla BMW S 1000 RR Superbike - anteprima 3
  • Corser e Xaus debuttano sulla BMW S 1000 RR Superbike - anteprima 4
  • Corser e Xaus debuttano sulla BMW S 1000 RR Superbike - anteprima 5
  • Corser e Xaus debuttano sulla BMW S 1000 RR Superbike - anteprima 6

I due giorni di test a Valencia hanno visto per la prima volta Troy Corser e Ruben Xaus in sella alla nuova BMW S 1000 RR. Positivi i primi riscontri: grazie a condizioni meteo perfette, che hanno consentito di sfruttare appieno i due giorni di pista, i tecnici dell'Elica hanno potuto raccogliere moltissime informazioni, utili allo sviluppo della BMW S 1000 RR in versione SBK.

"Sono davvero sorpreso - ha dichiarato Troy Corser - e non pensavo di potermi sentire subito a mio agio sulla nuova moto. La base di partenza è ottima anche se ovviamente c’è ancora tanto lavoro da fare. Sono molto positivo pensando al prossimo futuro. Ho avuto la possibilità di testare la moto solo per due giorni, ma già la sento "mia", e non mi aspettavo queste sensazioni così presto. Il team ha raccolto molte informazioni dalla telemetria. Ora hanno tanto da fare per preparare la moto. La comunicazione all’interno del team funziona molto bene, in più non abbiamo avuto problemi durante i test ad eccezione dell’impatto con un uccello tra il primo e il secondo turno..."

"Sono più contento di ieri perchè ho passato più tempo sulla moto - ha dichiarato Ruber Xaus - e posso dire di essere molto soddisfatto in termini di maneggevolezza, percorrenza di curva e potenza del motore. La S 1000 RR SBK è molto stabile alle velocità elevate, mi sento già a mio agio! Troy ed io abbiamo un diverso stile di guida. Questo significa che forniamo al team tantissimi dati che dovranno analizzare prima dei prossimi test. Troy ha una grande esperienza alla guida dei bicilindrici, tre e quattro cilindri, quindi si è abituato più velocemente di me."

"Sono molto contento dei progressi - ha dichiarato Berti Hauser, Direttore BMW Motorrad Motorsport - che abbiamo fatto in questi due giorni, oltre che molto contento del feedback dei piloti. Siamo soddisfatti del lavoro che stiamo facendo. Troy e Ruben guidano con stile diverso, e questo ci ha permesso di raccogliere ancor più informazioni. Sappiamo di avere ancora tanto lavoro da fare, ma siamo contenti, la direzione è quella giusta. Siamo più vicini a dei tempi competitivi rispetto ai test precedenti (1:35 con gomme da gara) e allo stesso tempo sappiamo dai nostri piloti su cosa dobbiamo lavorare."

Autore: Redazione

Tag: Sport , quadricilindriche , superbike , gare


Top