dalla Home

Speciale

EICMA 2018

dal 08/11 al 11/11

Sport

pubblicato il 13 agosto 2018

MotoGP, in Austria prove di 2019?

Che show quello offerto da Marquez e Lorenzo, futuri compagni di squadra

MotoGP, in Austria prove di 2019?

Se le premesse sono quelle che abbiamo visto in Austria, c'è da aspettarsi un 2019 coi botti per il marchio Honda in MotoGP, con Marquez e Lorenzo nella stessa squadra a scornarsi per contendersi il "trono".

Certo, sul circuito austriaco le Ducati sono da anni più veloci e partono decisamente con un piccolo vantaggio rispetto agli avversari, ma il majorchino è stato comunque il migliore dei ducatisti e ha confermato che il suo percorso di studio e di adattamento ad una Ducati fino allo scorso anno ostica si è ormai compiuto nel migliore dei modi; peccato solo che ora sia troppo tardi.

Non vincerà tutte le altre gare che restano, né metterà pressione a un Marquez sempre più vicino al titolo mondiale 2018 (o almeno sembra abbastanza difficile), ma di sicuro oggi è un pilota ancora più completo, maturo ed esperto. E se quest'anno lo stiamo "riscoprendo" solo in alcune tappe, forse il prossimo anno – al netto del tempo di cui avrà bisogno per capire la nuova moto – potrà essere davvero quello che potrà dare del filo da torcere a Marquez.

Intanto, tornando con i piedi per terra, dispiace per il Dovi: era abbastanza deluso. Ma dispiace ancora di più per Valentino: sta correndo un mondiale strepitoso, sta tirando fuori risultati straordinari rispetto a quello che è il (basso) potenziale della Yamaha.

E attenzione: non è mica scontato che un pluricampione che ormai non ha più nulla da dimostrare continui a dare il massimo in una situazione come quella in cui si trova la sua squadra.

Speriamo arrivino presto novità tecniche perché vedere la Yamaha spesso fuori dai giochi per noti ed evidenti deficit è triste

Autore: Francesco Irace

Tag: Sport , motogp


Top