Novità

pubblicato il 8 novembre 2008

Scarabeo 300 Special

Nuovo motore e dettagli inediti

Scarabeo 300 Special
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Scarabeo 300 Special - anteprima 1
  • Scarabeo 300 Special - anteprima 2
  • Scarabeo 300 Special - anteprima 3
  • Scarabeo 300 Special - anteprima 4

Con il debutto del nuovo Scarabeo 300 Special, la gamma dello scooter noalese più famoso al mondo si completa, introducendo un nuovo motore e dettagli estetici più curati: la verniciatura "black" dei cerchi, il cupolino ribassato, i nuovi fregi e l’inedita cornice del cruscotto, infatti, fanno parte della dotazione "di serie" dell’ultimo nato tra gli Scarabeo al pari del monocilindrico "300" già visto su altri prodotti del Gruppo Piaggio.

Quattro valvole, alimentato ad iniezione elettronica, il 278.3 cc. rappresenta una delle migliori proposte di questa cilindrata, grazie ad una potenza di 22.3 CV, una coppia massima di 22 Nm a 6.500 giri ed un ridottissimo tasso di vibrazioni, grazie all’adozione di un contralbero di bilanciamento.
Grazie ad una accurata taratura della trasmissione ed una precisa messa a punto dell’iniezione, Scarabeo 300 Special è in grado di assicurare buone prestazioni, emissioni in linea con i parametri Euro3 e consumi allineati a quelli di veicoli di cilindrata inferiore, a tutto vantaggio del raggio d’azione con un singolo pieno (10 litri).

Rispetto al modello 250/400/500 il telaio è rimasto sostanzialmente identico: realizzato in tubi d'acciaio altoresistenziale, con struttura a doppia culla, è stato studiato per garantire elevati indici di rigidità torsionale e per far lavorare al meglio le sospensioni, che si compongono di una forcella teleidraulica e di una coppia di ammortizzatori regolabili a doppio effetto che agiscono sul corpo motore/forcellone oscillante. Non mancano, come da tradizione Scarabeo, le ruote di grande diametro (16 pollici all’avantreno e 14 pollici al retrotreno) gommate per l’occasione con pneumatici tubeless 110/70 all’anteriore e 140/70 al posteriore.

Grazie all’utilizzo di un sistema frenante di tipo combinato - il comando sinistro agisce sui freni di entrambe le ruote - il pilota può disporre di una frenata gestibile su qualsiasi tipo di fondo stradale: il sistema si affida ad un disco anteriore da 260 mm ed uno posteriore da 240 mm.

In tema di spazio, Scarabeo 300 propone un vano sottosella in grado di ospitare un casco integrale ed altri piccoli oggetti, ma anche una 24 ore formato A3 grazie ad una profondità costante del vano di almeno 15 centimetri. Dietro lo scudo si trova inoltre un cassetto portaoggetti, chiuso e protetto da serratura.

Alla capienza dei vani disponibili si può aggiungere anche quella di un baule posteriore da 47 litri (offerto in optional), facilmente installabile sfruttando il portapacchi di serie.

La strumentazione analogico-digitale veste una nuova grafica e una nuova cornice garantendo numerose informazione al pilota, tra cui l’indicazione del livello carburante.

Autore: Redazione

Tag: Novità


Top