dalla Home

Attualità e Mercato

pubblicato il 13 luglio 2018

Rca temporanee false: attenzione alla truffa

Polizze fasulle camuffate da Rca temporanee stanno prendendo sempre più piede nelle città italiane

Rca temporanee false: attenzione alla truffa

Come risparmiare sulla Rca? Il problema riguarda soprattutto il Sud dove, per il numero elevato di incidenti e frodi, il prezzo delle polizze schizza alle stelle. Specie quelle delle moto, perché i guidatori sono esposti a lesioni fisiche gravi. Purtroppo, in particolare a NapolI, Caserta e Foggia, ci sono bande di truffatori che vendono Rca temporanee false ad automobilisti e motociclisti. Lo fanno tramite siti Internet di intermediari farlocchi.

Quanto durano

Queste Rca temporanee fasulle possono durare da qualche giorno a qualche settimana, e consentono di spendere poche decine di euro anziché migliaia di euro annuali. Il fatto è che, se un motociclista con Rca falsa causa un incidente, non è coperto: pagherà tutti i danni all’altro guidatore. 

Questione delicata

Ma perché parliamo di Rca temporanee soprattutto per le moto? I veicoli con polizza assicurativa temporanea (vera) nella maggior parte dei casi sono a due ruote: acquistano la copertura nella stagione primaverile/estiva o per poche settimane. Lo dice l’Ania (Associazione delle assicurazioni). Tant’è vero che per individuare i mezzi senza polizza si fa una stima eliminando le Rca temporanee e i veicoli chiusi nei garage (che possono stare senza Rca, purché non circolino mai). Si è stabilita la percentuale di evasione assicurativa avendo come vincolo il numero totale dei veicoli assicurati risultanti all’Ania insieme all’informazione complessiva dei motoveicoli esistenti risultanti al PRA. Per questa tipologia di mezzi è molto significativa, infatti, l’incidenza di coperture assicurative temporanee che se non correttamente considerate porterebbero a un’elevata incidenza di veicoli non assicurati. Senza contare i veicoli abbandonati in strada (nella maggior parte motoveicoli) di cui spesso è praticamente impossibile risalire all’identificazione del proprietario (perché per esempio privi di targhe, incendiati).

Come prevenire

L’Ivass (Istituto di vigilanza sulle assicurazioni) raccomanda di adottare le opportune cautele nella sottoscrizione tramite internet di contratti assicurativi, soprattutto se di durata temporanea, verificando, prima della sottoscrizione dei contratti, che gli stessi siano emessi da imprese e tramite intermediari regolarmente autorizzati allo svolgimento dell’attività assicurativa e di intermediazione assicurativa, tramite la consultazione sul sito www.ivass.it: degli elenchi delle imprese italiane ed estere ammesse ad operare in Italia (elenchi generali ed elenco specifico per la Rca);  dell’elenco degli avvisi relativi ai Casi di contraffazione, Società non autorizzate ed ai Siti internet non conformi alla disciplina sull'intermediazione;  del Registro Unico degli Intermediari e dell’Elenco degli intermediari dell’Unione Europea.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , incidenti , assicurazione , citta


Top