Novità

pubblicato il 28 ottobre 2008

Moto Guzzi V7 Cafè Classic

Sportività anni Settanta per la "vusette"

Moto Guzzi V7 Cafè Classic
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Moto Guzzi Cafè Classic - anteprima 1
  • Moto Guzzi Cafè Classic - anteprima 2
  • Moto Guzzi Cafè Classic - anteprima 3
  • Moto Guzzi Cafè Classic - anteprima 4

La gamma classica dell'Aquila di Mandello si allarga con l'arrivo della Moto Guzzi V7 Cafè Classic. Contraddistinta da una curiosa colorazione verde metallizzata, la nuova proposta mantiene quasi del tutto inalterate le caratteristiche peculiari della "nuova generazione" V7, introducendo alcuni elementi di stile inediti studiati per rendere più aggressivo l'aspetto di quello che rappresenta a tutti gli effetti un eccezionale remake del passato.

Numerosi i dettagli che si fanno alla tradizione sportiva anni '70: il classico manubrio ad ala di gabbiano, ad esempio, è stato sostituito da due semimanubri, molto stretti e spioventi. Nuova, di conseguenza, la piastra superiore di sterzo, mentre la forcella anteriore è rimasta la classica "steli dritti" alla base della quale trova posto la pinza ad attacco assiale marchiata Brembo. Nuovi anche gli specchietti retrovisori, l'archetto di sostegno cromato del parafango anteriore e le zone antiscivolo in gomma ai lati del serbatoio.
Tra le novità va certamente citata anche la sella, completamente ridisegnata: apparentemente monoposto, grazie ad un profilo "driver-oriented" tipico delle moto del passato, è in grado di assicurare la classica omologazione biposto...come testimonia la presenza delle pedane passeggero.

Nessuna novità, invece, per quanto riguarda il parafango posteriore, i gruppi ottici, il telaio ed il motore, caratterizzato dal basamento brunito abbinato a termiche di una più tradizionale tinta metallica: bicilindrico trasversale a V di 90°, 744 cc di cilindrata, il V2 di Mandello è in grado di sviluppare una coppia massima di 54,7 Nm a 3.600 giri ed una potenza di 48,8 CV a 6.800, rispettando ovviamente le normative Euro 3.

Moto Guzzi, per il momento, non ha reso pubblico il prezzo di listino: ne sapremo di più dopo l'EICMA di Milano, stay tuned!

Autore: Redazione

Tag: Novità


Top