dalla Home

Speciale

EICMA 2018

dal 08/11 al 11/11

Test

pubblicato il 27 giugno 2018

X-Lite X-803 - TEST

Abbiamo provato il top di gamma X-Lite da strada, disponibile anche in versione Ultra Carbon

X-Lite X-803 - TEST
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • X-Lite X-803 - anteprima 1
  • X-Lite X-803 - anteprima 2
  • X-Lite X-803 - anteprima 3
  • X-Lite X-803 - anteprima 4
  • X-Lite X-803 - anteprima 5
  • X-Lite X-803 - anteprima 6

Una punta d'orgoglio c'è. Perché è il casco indossato da tanti piloti (MotoGP e Superbike) e perché è prodotto in Italia, come tutti i prodotti Nolangroup. Ma X-Lite X-803 è anche tanto altro. Per cominciare, il top di gamma dell'azienda italiana, specie in versione Ultra Carbon. 

Si lascia ammirare

Come ogni casco integrale racing che si rispetti, X-Lite X-803 cattura gli sguardi. D'accordo, la colorazione Replica Petrucci, con il gorillone arrabiato sulla parte posteriore della calotta, accentua la cosa. Ma tra forme compatte, cura dei dettagli e design siamo davvero al top. Le misure di calotta (in fibra) sono come sempre tre mentre, rispetto al vecchio X-802RR, è stata allungata leggermente la mentoniera, nell'intento di aumentare l'abitabilità. Parimenti, l'angolo di visuale offerto dalla visiera è ora più ampio, mentre non manca il sistema che evita l'apertura accidentale alle alte velocità o mantiene la visiera sollevata di qualche mm per evitare l'appannamento (la membrana Pinlock è di serie). Rivista anche la stabilità, con lo spoiler posteriore regolabile in modo da adattare la portata aerodinamica del casco in relazione alle diverse posizioni di guida. Le stesse caratteristiche che si ritrovano sul X-Lite X-803 Ultra Carbon, la versione ad alta percentuale di fibra di carbonio nella calotta. Un casco racing in carbonio con tutti i crismi, che lima ancora circa 80 grammi alla versione standard, a parità di taglia.

Bello fresco

Un casco integrale, l'X-Lite X-803, che sorprende soprattutto per la ventilazione. Quattro le prese d'aria regolabili, tre sulla fronte e parte alta della testa e una sul mento. Ma a comporre il sistema RAF (Racing Air Flow) pensano anche estrattori laterali ed un estrattore posteriore, integrato nello spoiler aerodinamico con profilo variabile. Risultato? La testa è sempre asciutta, non si scalda, e ci si può concentrare maggiormente sulla guida. A tutto ciò contribuisce anche l'imbottitura interna "Carbon Fitting Racing Experience", una cuffia a rete che agevola la diffusione dell’aria nella parte superiore della testa. Naturalmente, gli interni sono estraibili e lavabili. Così, anche dopo tante ore passate in sella, il comfort è sempre ottimo: l'X-803 è comodo, non fa sudare e fra l'altro non affatica i muscoli del collo, grazie al peso contenuto. Ancora meglio, in questo senso, l'X-803 Ultra Carbon, un casco integrale in carbonio pensato per chi vuole il massimo e, magari, gira spesso fra i cordoli. Per quanto riguarda la sicurezza, infine, da segnalare su entrambi la presenza del sistema NERS, che consente la rimozione sicura dei guanciali in caso di emergenza.

Taglie, colorazioni e prezzi

Il casco integrale moto X-Lite X-803 è disponibile in 7 taglie (XXS-XXL) e in 17 diversi colori, ad un prezzo di partenza pari a 459,99 euro. Il casco integrale in carbonioX-lite X-803 Ultra Carbon si può avere in 19 colorazioni diverse, con prezzi a partire da 689 euro. 

Autore: Andrea Rapelli

Tag: Test , caschi


Top