dalla Home

Curiosità

pubblicato il 11 giugno 2018

MotoHome: arriva il moto-camper

Uno studente californiano ha realizzato la prima moto con il letto integrato

MotoHome: arriva il moto-camper

Farà storcere più di qualche naso, perché alla fine, il bello delle avventure in moto è avere una stuoia, un sacco a pelo e la voglia di vivere il momento. Ma affascinerà tanti altri, che vedono in questo prototipo il futuro dell’adventure più estremo. Per ora è solo il progetto (di tesi molto probabilmente) di uno studente della Facoltà di Archiettura della South California University, Jeremy Carman, che una volta finito sul famoso portale di fundraising GoFundMe.com ha attratto l’attenzione di molti

Un camper sulla sella

Jeremy oltre a metterci impegno e fantasia, ci ha messo anche la sua moto, una Honda CB su cui ha iniziato a lavorare allungando il forcellone posteriore, il telaio e la catena, per poter ospitare la struttura che compone il cuore di MotoHome. Le sospensioni e forcella anteriore sono di una Honda CR 500, per rendere la moto più adatta possibile al viaggio “all-terrain”. La struttura realizzata e montata sul nuovo telaio pesa solo 15 kg, mentre il nuovo telaietto e le coperture forniscono spazio per i bagagli, rendendo lo spazio della capsula del tutto “vivibile”: parliamo di poco meno di 2 metri di lunghezza che però riescono ad ospitare un letto, un angolo per cucinare e un piccolo spazio per consumare il cibo. Insomma una piccola rivoluzione su due ruote. Certo, già dal primo sguardo la moto sembra tutto tranne che maneggevole. Muovere una massa del genere non deve essere cosa semplice, specialmente dopo il lavoro fatto per riequilibrare il centro di massa, e anche l’aerodinamica del veicolo forse dovrebbe essere rivista. Ma è solo il prototipo di un architetto in erba, almeno per adesso.

MotoHome

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , turismo , concept , viaggi


Top