dalla Home

Attualità e Mercato

pubblicato il 11 giugno 2018

Nuovo Codice della Strada: novità per le moto e semafori. Che farà il Governo?

L’Esecutivo atteso alla prova dei fatti in materia di sicurezza stradale

Nuovo Codice della Strada: novità per le moto e semafori. Che farà il Governo?

Nei cassetti del Parlamento giacciono diversi disegni legge di riforma del Codice della Strada, che non sono stati portati avanti la scorsa legislatura. Un po’ per pigrizia politica, un po’ perché la sicurezza stradale non porta voti e un po’ perché chi comandava ha ritenuto che ci fossero problemi più urgenti. A questo punto, col nuovo Governo, ci si attende una svolta per far calare gli incidenti in Italia e per tutelare gli utenti deboli come i motociclisti.

Le possibili modifiche

Anzitutto, come ricorda l’Asaps (Amici Polstrada) col disegno legge 274 "Modifiche all’articolo 171 del Codice della Strada”, sono previste modifiche in materia di abbigliamento tecnico protettivo per i conducenti e i passeggeri di ciclomotori e motoveicoli”. All’obbligo di indossare il casco protettivo, potrebbe essere imposto l’utilizzo di altri indumenti tecnici. Sarà cura del ministero dei Trasporti stabilire con apposita normativa le relative caratteristiche tecniche e le tipologie di omologazione. In particolare, si punta a un abbigliamento tecnico protettivo che consenta di prevenire le lesioni alla colonna vertebrale. Inoltre, si attende da anni che venga riconosciuto di diritto lo status di utente debole della strada per il motociclista, come di fatto già è. Per proteggere i centauri, il disegno legge 234 mira alla “modifica all’articolo 41 del Codice della Strada, in materia di luci delle lanterne semaforiche". Oggi, si ha rosso, giallo e verde. Un domani, si intende inserire un’ulteriore pausa nella successione dei tempi delle luci delle lanterne semaforiche: si vuole aggiungere il rosso e il giallo insieme, per avvertire l’automobilista di prepararsi alla partenza al fine di rendere il traffico agli incroci, regolati dai semafori, il più fluido possibile. Se l’automobilista è informato dell’imminente partenza, sarà più pronto e meno stressato dal dover controllare un’unica luce: quella verde.

Per i disabili

In materia di segnalazione acustica o tattile degli attraversamenti stradali per agevolare i soggetti portatori di handicap, un disegno legge mira a predisporre nei punti di attraversamento stradale un sistema tattile sulla pavimentazione che, con strumenti elettronici, segnali alla persona con handicap dove e quando può attraversare, nonché la direzione che deve seguire.

Assicurazioni e bimbi

Si vuole cambiare la norma sulla violazione dell’obbligo di assicurazione per la responsabilità civile verso i terzi derivante dalla circolazione dei veicoli: si intende trasformare la mancanza di copertura assicurativa da sanzione amministrativa a reato con la sanzione dell’arresto da tre mesi a un anno. Un ultimo disegno legge riguarda l'obbligo di installazione di dispositivi per prevenire l'abbandono di bambini nei veicoli chiusi: obiettivo, prevenire le morti dei piccoli chiusi nell’abitacolo d’estate, sotto il sole. Si parla di introdurre l’obbligo di un dispositivo acustico e luminoso collegato ai sistemi di ritenuta per bambini.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , strada , codice della strada , incidenti , assicurazione


Top